Alitosi del cane: cause e rimedi

alitosi del cane
L’alitosi del cane è un problema piuttosto fastidioso che può essere risolto facilmente, una volta scoperta la causa. © Pixabay

Come curare l’alitosi del cane? Nulla di impossibile se sai come fare! In questo articolo ti spieghiamo tutti i passaggi imprescindibili!

- Annuncio Pubblicitario -

Cane con alito cattivo? Bel problema! In realtà non è niente che non si possa risolvere, ma se non si stabilisce la giusta causa avere il respiro pesante del cane sempre intorno può essere molto fastidioso.

Lavargli i denti? Porgergli una mentina? I rimedi per l’alitosi del cane sono tanti e anche decisamente efficaci. Consultate sempre il veterinario prima di correre ai ripari, per stabilire il motivo per il quale l’animale presenta questo imbarazzante fastidio.

Alito cattivo del cane

L’alito pesante del cane può avere varie cause, le quali principalmente riguardano problematiche al cavo orale. Una scarsa igiene del muso, infatti, o il cibo intrappolato tra i denti, sono i primi responsabili dell’alitosi, ma anche i più facilmente risolvibili.

Diversa è la storia quando a causare l’alito cattivo del cane è qualcosa di più serio, come patologie del fegato, diabete o problemi digestivi. In quel caso dovrà essere il veterinario a stabilire la necessità di fare indagini più approfondite, per poter trovare la giusta terapia.

Non è difficile accorgersi che l’alitosi non dipende dalla scarsa igiene orale nel caso in cui si sia già abituati a lavare i denti del cane spesso e volentieri o si cura con attenzione la sua alimentazione.

Alito cattivo nel cucciolo

Ci sono poi, situazioni ancora diverse che possono causare l’alito cattivo nel cane. Una fra queste è la sua giovane età. I cani giovanissimi tendono a mangiare qualunque cosa, spesso anche le proprie feci o comunque tutto quello che trovano lungo le strade, durante le passeggiate.  Viene, quindi, da sé, che l’alito cattivo può diventare un fastidio reale.

I vaccini, lo svezzamento e spesso anche la presenza dei vermetti, tipici nell’intestino dei cuccioli, possono spesso causa di alitosi, ma senza destare preoccupazione.

- Annuncio Pubblicitario -

Alito cattivo nel cane con il cambio denti

L’alito del cane può essere alterato in un periodo specifico della sua vita: il cambio denti. Oltre a essere un pochino doloroso, questo passaggio porta con sé, spesso e volentieri, alitosi e disturbi gengivali.

L’alito in questo caso ha l’odore del sangue, dovuto sicuramente alle ferite riportate dalla nascita del nuovo dente, che taglia la gengiva.

Questi piccoli tagli, poi, con l’alimentazione, tendono leggermente ad irritarsi, provocando una maggiore pesantezza dell’alito, che comunque si risolve non appena il cambio dei dentini si conclude. Stessa cosa vale per il cane anziano, quando comincia a perdere qualche dente: in questo caso meglio correre ai ripari con un prodotto che rinfreschi l’alito.

Alitosi del cane: rimedi

Quali sono, quindi, i rimedi per l’alitosi del cane? Innanzitutto prendete l’abitudine di lavare periodicamente i denti all’animale. Utilizzate un dentifricio e uno spazzolino ad hoc, da scegliere in base alla razza e alla taglia del cane. Questo è importante, per evitare di danneggiare le gengive o di rendere il lavoro totalmente inutile a causa di una spazzolatura non adeguata.

Se non basta portatelo ad un centro specializzato in pulizia dentale del cane per una pulitura professionale, che possa rimuovere a fondo i batteri. Inoltre, se il cane non soffre di allergie alimentari, potete dargli occasionalmente dei bastoncini da mangiare, specifici per rinfrescare l’alito e combattere il tartaro.

Provate anche a cambiare alimentazione, sempre dopo aver consultato il veterinario, per vedere se l’alitosi possa dipendere da una cattiva digestione. Adottando crocchette o umido più leggeri e digeribili l’alito cattivo potrebbe scomparire come per magia.

Se, invece, il problema è più serio allora l’alitosi è solo un campanello d’allarme e dipende da patologie ben più gravi. In questo caso sarà solo il medico a fare la diagnosi ed eventualmente stabilire la cura adatta.

- Annuncio Pubblicitario -

Come rinfrescare l’alito del cane

Per rinfrescare l’alito del cane si possono utilizzare degli snack ad hoc che si trovano in commercio, che non solo eliminano il tartaro, ma lasciano anche in bocca un gradevole profumo.

Oltre ai bastoncini esistono anche dei colluttori rinfrescanti e delle pasticche pensate apposta per i cani, che disinfettano i denti e funzionano un po’ come i prodotti dedicati a noi, da portare in borsa quando si fanno pasti fuori casa.

Pasticche per l’alitosi del cane

Associate a dentifricio e colluttorio, le pasticche per l’alito del cane sono un valido aiuto contro il cattivo odore, soprattutto dopo aver mangiato. Ce ne sono di tutti i tipi in commercio, ma le più gettonate sono quelle che contengono clorofilla, che non solo sono quasi del tutto naturali, ma anche molto efficaci.

Utili anche quelle a base di finocchio, che hanno un altro tipo di funzione. Non servono, infatti, solo a rinfrescare l’alito, ma agiscono nel profondo favorendo la digestione. Si usano come complemento al pasto e diminuiscono cattivo alito e flautolenze.

Leggi anche: come vedono i cani? Tutte le curiosità sulla vista dei nostri animali

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.