Quando mettere l’antiparassitario al cane? Il calendario delle somministrazioni

antiparassitario cane
Usare l’antiparassitario per cani tutto l’anno è un ottimo rimedio contro l’infestazione di pulci e zecche. © Pixabay

Applicare regolarmente l’antiparassitario al cane è molto importante perché lo aiuta a difendersi dagli attacchi di vermi intestinali, pulci e zecche.

- Annuncio Pubblicitario -

Prendersi cura del proprio cane significa anche sottoporre l’animale a regolari controlli per proteggerlo da future malattie e parassiti, come vermi intestinali, pulci e zecche. Fare un trattamento antiparassitario al cane previene infatti il rischio di pericolose infezioni, che possono portare anche alla morte dell’animale. La somministrazione dell’antiparassitario deve essere quindi fatta sin dalla più tenera età e con regolare frequenza, seguendo un calendario delle somministrazioni, che può variare a seconda del peso e dello stile di vita dell’animale.

Quando fare il primo trattamento antiparassitario al cane?

Il primo trattamento antiparassitario al cane cucciolo va fatto nella quarta settimana di vita (tra il 21esimo e il 30esimo giorno).

Questo deve essere poi fatto regolarmente ogni 15 o 30 giorni (a seconda del trattamento), fino al compimento del sesto mese di età. È buona prassi sverminare il cucciolo prima di ogni sua vaccinazione.

Nel caso degli adulti (a partire dai 6 mesi di vita), è possibile mettere l’antiparassitario ogni 30 giorni. Non importa che si tratta di cani domestici o più a contatto con zone in cui è probabile trovare pulci e zecche.

- Annuncio Pubblicitario -

Quali sono i possibili trattamenti antiparassitari?

I possibili trattamenti sono l’antiparassitario spot-on, le gocce che si mettono tra le scapole, le compresse o tavolette. È anche possibile optare per un’iniezione sottocutanea, ma quella va fatta solo una volta l’anno, a ridosso dei mesi estivi, ovvero entro maggio.

Trattamento antiparassitario al cane: prevenzione e rimedi naturali

Pulci e zecche sono soprattutto un problema primaverile ed estivo. Nonostante ciò è sempre opportuno applicare regolarmente l’antiparassitario al cane durante tutto l’anno e portarlo dal veterinario per un controllo più approfondito nel periodo primaverile per assicurarsi che non ci sia già un’infestazione in corso.

I trattamenti possibili non riguardano comunque soltanto prodotti chimici, ma anche naturali, a base di oli essenziali. L’olio di neem è, ad esempio, un ottimo rimedio contro le pulci del cane.  Anche l’olio di lavanda, la citronella, la menta e l’aceto di mele sono considerati degli ottimi deterrenti contro pulci e zecche.

In via preventiva, è consigliato anche l’utilizzo dell’aglio e del lievito di birra nella ciotola del cane, in modo che questo riesca a tener lontano i fastidiosi parassiti. Infine è possibile realizzare una soluzione con del limone e il già citato aceto di mele. Questo shampoo per cani può essere utilizzato durante tutto l’anno e tra i benefici, oltre a non causare alcun effetto collaterale sul cane, riesce a rendere lucido e liscio il pelo dell’animale.

- Annuncio Pubblicitario -

Vi ricordiamo che prima di agire è sempre e comunque opportuno chiedere il parere del vostro veterinario di fiducia.

Leggi anche: Pulci del cane: rimedi e prevenzione

Cresciuto in un piccolo paesino siciliano, sono stato un amante dei cani (e degli animali in generale) sin dalla più tenera età. Che siano di razza, incroci o “semplici” meticci, questi amici a quattro zampe riescono a cambiarti la vita e renderla migliore giorno dopo giorno.