Le cause e la cura per l’artrosi del cane

artrosi nel cane
Alla scoperta dell’artrosi del cane. ©Pixabay

Si può parlare di artrosi anche nel cane? Ebbene sì, la malattia degenerativa delle articolazioni colpisce tutti, anche i nostri piccoli amici pelosi!

- Annuncio Pubblicitario -

L’artrosi nel cane è un disturbo degenerativo che può colpire ogni esemplare indipendentemente dalla razza o dall’età. Si tratta di una patologia cronica i cui effetti possono essere attenuati grazie a cure specifiche. In questo articolo parliamo di questa malattia, dei suoi sintomi e dei trattamenti da mettere in atto a seconda dell’età e della zona del corpo colpita. 

Cos’è l’artrosi del cane?

L’artrosi, nell’uomo come nel cane, è una malattia degenerativa che progressivamente porta la perdita di alcune componenti anatomiche delle articolazioni. In genere si tratta di usura della cartilagine che riveste le ossa provocandone lo sfregamento e, di conseguenza, l’incapacità di muovere la zona e il dolore che l’accompagna. 

Quali sono le cause dell’artrosi nel cane?

Le cause di questo disturbo sono molteplici, primo tra tutte però spicca la conformazione della stessa articolazione. I cani che soffrono di displasia (che sia del gomito, del ginocchio o dell’anca), infatti, hanno una conformazione anatomica che, a lungo andare, può portare Fido a soffrire di artrosi. Anche un cane in sovrappeso ha più possibilità di sviluppare questa malattia a causa del peso a cui le articolazioni vengono sottoposte. Infine anche un esemplare troppo attivo (in genere sportivo) rischia di soffrire di artrosi a causa dell’usura della cartilagine che protegge le ossa delle articolazioni. 

Sintomi dell’artrosi nel cane

I sintomi dell’artrosi del cane sono un’andatura claudicante – nonostante il fatto che non abbia subìto traumi -, gonfiore articolare, dolore (reperibile se non vuole farsi toccare o se non si muove molto), le zampe posteriori ravvicinate e il peso sempre caricato su quelle anteriori. 

Una volta osservati questi sintomi è necessario l’intervento di uno specialista che formulerà la sua diagnosi dopo aver effettuato radiografie ed esami ortopedici. È possibile che il veterinario prelevi anche una quantità minima di liquido articolare per farlo analizzare in laboratorio. 

Artrosi alle zampe posteriori del cane

Molto spesso l’artrosi colpisce le zampe posteriori del cane, soprattutto se Fido è affetto da displasia all’anca. In questo caso il nostro fedele amico avrà moltissima difficoltà ad alzarsi e mentre cammina o corre avrà un’andatura bizzarra poiché a causa del dolore tenderà a non distribuire il peso sulle quattro zampe, ma tenderà piuttosto a utilizzare solo quelle anteriori. 

- Annuncio Pubblicitario -

Artrosi nel cane anziano o no: come curarla?

Non esiste un trattamento universale per curare l’artrosi nel cane, qualunque età esso abbia. Questo disturbo colpisce soprattutto il cane anziano anche se alcune statistiche indicano che il 20% dei cani al di sopra dell’anno è colpito dalla patologia.

Ogni singolo caso è infatti specifico ed ha una causa e un trattamento ad esso riservato. Quel che è certo è che il veterinario saprà istruire al meglio il padrone su come aiutare Fido a star meglio somministrandogli degli integratori per rinforzare ossa e articolazioni. 

Se il cane soffre di sovrappeso, inoltre, sarà necessario metterlo a dieta, sempre sotto il consiglio di uno specialista. In alcuni casi è possibile anche che il veterinario consigli una terapia motoria (fisioterapia), ma resta importante comunque che il cane pratichi movimento quotidiano (come uscite al parco) per contrastare l’eventuale rigidità. 

Farmaci contro l’artrosi del cane

Il veterinario, per contrastare l’artrosi dell’animale, può decidere di somministrare a Fido una terapia farmacologica. Si tratta di farmaci a base essenzialmente di principi attivi antidolorifici per alleviare le sofferenze del cane. Altro trattamento può essere a base di FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), antinfiammatori che contrastano i sintomi e non il problema in sé. 

Attenzione: come abbiamo detto in precedenza non esiste un metodo per la cura di questo disturbo però grazie ai farmaci, alla dieta adatta, alla fisioterapia e a uno stile di vita sano è possibile tenere la malattia sotto controllo.

Artiglio del diavolo per l’artrosi del cane

Oltre ai rimedi per i sintomi di tipo farmacologico ritroviamo anche dei presidi naturali. Tra questi uno dei più diffusi è l’artiglio del diavolo. Si tratta di una pianta chiamata Harpagophytum procumbens che viene utilizzata nella medicina tradizionale africana per le sue proprietà antireumatiche, antinfiammatorie, analgesiche e antipiretiche. In caso di artrosi è possibile somministrare questo presidio al cane per alleviare le sue pene. 

- Annuncio Pubblicitario -

Attenzione: non bisogna abbinare la somministrazione dell’artiglio del diavolo ad altri farmaci. Prima di dare qualsiasi farmaco o presidio al cane è necessario chiedere ad un veterinario.

Qualità di vita di un cane affetto da artrosi

Sappiamo che una cura veramente efficace per l’artrosi non esiste, è possibile però assicurare al cane un quotidiano meno doloroso. Per far ciò è però fondamentale avere un approccio multimodale e si potrà assicurare a Fido una qualità di vita degna di tale nome. Grazie al controllo di peso, alla somministrazione di medicinali antidolorifici e antinfiammatori, alla giusta fisioterapia e a un esercizio fisico adattato in funzione della gravità della situazione il cane può vivere una vita dignitosa. 

Attezione: oltre ad un piano alimentare specifico creato su misura per il nostro cane dal veterinario, si consiglia di arricchire la dieta di Fido con omega tre, antinfiammatori naturali, per dare al cane un supporto in più senza dover ricorrere a troppi medicinali. 

Differenze tra artrite e artrosi nei cani

Esattamente come nell’uomo, spesso nel linguaggio comune si confonde l’artrosi con l’artrite anche nel cane. Abbiamo visto fino ad ora che l’artrosi è una patologia degenerativa, spesso (purtroppo) irreversibile. 

L’artrite invece è una patologia infiammatoria spesso causata da un’alterazione del sistema immunitario o da un’infezione. Le articolazioni di Fido risultano infiammate e doloranti, portando così l’animale a soffrire di dolori e ad avere difficoltà nel movimento. Esistono diversi tipi di artrite, diffuse o limitate all’articolazione. Il suo sviluppo non ha, a differenza dell’artrosi, nessun legame con l’età poiché essendo una patologia autoimmune potrebbe presentarsi anche in cani giovani o addirittura cuccioli. L’artrite è una patologia che può essere curata con un trattamento farmacologico a base di antidolorifici e corticosteroidi.

Leggi anche: Lo scheletro del cane

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.