Brexit: quali sono le conseguenze per gli animali? 

Brexit
Negoziazioni per la Brexit: ancora non sono chiare le condizioni per gli animali. ©Pixabay

Allo scoccare delle mezzanotte del 29 marzo 2019 il Regno Unito uscirà dalla Comunità Europea. Quali sono le conseguenze per i nostri amici animali del divorzio con Londra?

- Annuncio Pubblicitario -

La Brexit, cioè l’uscita del Regno Unito dall’Europa, porterà tante conseguenze diverse, economiche, prima di tutto, ma non solo. Anche per i nostri amici a quattro zampe ci saranno dei cambiamenti. 

Indicazioni di salute 

Il Ministero dell’agricoltura britannico ha pubblicato una serie di raccomandazioni tra le quali è presente quella di fare le analisi del sangue a Fido o Micio, almeno quattro mesi prima della partenza, per verificare che il vaccino contro la rabbia sia presente.
Facendo qualche calcolo, per delle vacanze programmate a partire da marzo 2019, il nostro fedele amico avrebbe dovuto effettuare una visita dal veterinario entro il 28 novembre. Peccato però che nessuno sia stato informato di questo fino ad ora.

Questo aneddoto riflette bene l’atmosfera confusa in cui stanno avvenendo le negoziazioni tra Regno Unito ed Europa. La prospettiva di un “divorzio” senza accordi non sembra, infatti, un’utopia. 

- Annuncio Pubblicitario -

E per il Passaporto? 

Anche su questo tema Theresa May, attuale Primo Ministro del Regno Unito, non è stata ancora molto chiara. Teoricamente gatti e cani “europei” non potrebbero più circolare liberamente, ma forse una soluzione alternativa può esserci.
Dal 2003 fino ad ora, l’Unione Europea ha riconosciuto agli animali da compagnia una condizione che ne facilita la circolazione nei paesi della Comunità, questo potrebbe cambiare? La premier britannica ha dichiarato che non tutte le norme devono necessariamente essere modificate – sopratutto tenendo conto del gran numero di animali domestici in possesso dei britannici, è possibile che proprio questa resti in vigore.  Attendiamo con ansia ulteriori sviluppi.

Leggi anche: Viaggiare con il gatto: come prepararsi

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.