Calore del cane: tutto sul ciclo sessuale del tuo amico a quattro zampe

calore cane
Il ciclo sessuale di un cane come funziona? @Pixabay

Il calore del cane è un periodo complesso e delicato da gestire al meglio per il bene dei nostri amici a quattro zampe. Ecco come!

- Annuncio Pubblicitario -

Il calore del canelo si può definire come uno dei periodi più delicati della sua vita. Solitamente alla parola ciclo si pensa subito ai cani femmina, ma in realtàil discorso deve essere inoltrato anche ai cani maschi, perché in una qualche maniera vengono coinvolti anche loro. Chiunque decida di portare in casa un cane, magari dopo le continue richieste da parte dei bambini, deve sapere che il primo ciclo estrale si verifica intorno ai sei e otto mesi. Badate bene che questi dati non prevedono una data specifica, ma orientativa. Ad oscillare l’ago della bilancia, è la razza di appartenenza e la taglia, perché più piccolo è il cane e prima va in calore, mentre i cani di grossa taglia vanno in calore regolarmente. Sebbene tra i 6 e gli 8 mesi, la vostra amica pelosa vi possa sembrare ancora una cucciolotta indifesa, tenete a mente che, a partire da quel momento il vostro cane è fertile e che quindi corre il rischio di accoppiarsi e di rimanere incinta, dando vita a gravidanze indesiderate.

Il comportamento del cane femmina al primo calore

La domanda che la maggior parte dei neo padroni di cani si pongono è: come mi accorgo che il mio cane femmina sta andando in calore? Le fasi che meritano attenzione sostanzialmente sono due. La prima si potrebbe definire come una  “fase preliminare e di ciclo vera e propria”, durante la quale i cani maschi vengono attratti dall’odore della femmina, in procinto di andare in ciclo. In realtà lei non è ancora pronta e propensa per l’accoppiamentovero e proprio. Inoltre, tenete sotto monitoraggio i suoi genitali, perché tenderanno a gonfiarsi anche in maniera evidente in relazione con la fase fertile. Insieme al gonfiore si aggiungeranno delle perdite ematiche di diversa grandezza e frequenza, perché tendono a leccarsi e quindi a pulirsi di frequente. Durante questa prima fase, la durata è di 10 giorni in media, mentre da 3 a 20 giorni in base alla grandezza dell’animale. Da questo momento in poi, i cani di sesso maschile inizieranno ad interessarsi alla cagnolina che però non è ancora pronta a scegliere qualcuno. Possono verificarsi dei cambiamenti dal punto di vista caratteriale, ma la maggiore aggressività è assolutamente in linea con i sintomi previsti dal ciclo.

Il calore di un cane femmina: la fase delle perdite

La seconda fase, prenderà vita quando le perdite di sangue del cane diminuiranno sensibilmente o cesseranno del tutto. Nel caso in cui vedrete le macchioline diminuire, non abbassare la guardia, perché potrebbe essere ancora altamente fertile e a rischio gravidanza. Occorre fare attenzione anche agli atteggiamenti del cane femmina, perché in questa fase smette di essere aggressiva e arriva al punto di incoraggiare i maschi, spostando la coda verso l’alto o posizionandola lateralmente. Il ciclo sessuale dei cani avviene solitamente due volte all’anno, ossia ogni sei mesi, ma può accadere anche si verifichino ogni quattro o otto mesi. L’unica cosa da tenere in mente è tenerlo sempre al guinzaglio quando lo si porta a fare un giro al parco e non lasciarla mai sola. Può accadere che durante la manifestazione del ciclo, il cane femmina mostri segni di inappetenza o problemi di alimentazione.

- Annuncio Pubblicitario -

Il comportamento di un cane maschio in calore

Per quanto riguarda la fase del ciclo nei cani di sesso maschile, alcuni sintomi possono verificarsi intorno ai sei mesi, quando raggiungono la loro maturità sessuale. Il loro modo di agire è condizionato da quello dei cani femmina, il che vuol dire che è potenzialmente sempre in calore. I cani non castrati quando fiutano l’odore di un cane in calore, saranno particolarmente agitati, insieme alle perdite di bava consistenti, ululati e se in casa gratta alla porta, perché vuole uscire. Inoltre potrebbe anche urinare in casa o nel terreno circostante e mimare la monta di oggetti di vario uso, come le gambe delle persone. Tuttavia è possibile ricorrere alla sterilizzazione, anche per evitare malattie gravi come tumori alle ovaie, tumori mammari e mastiti dovute alle gravidanze isteriche.

Leggi anche: Perchè castrare il cane maschio?

Dopo numerosi tentativi per convincere mia madre a prendere un cane, alla soglia dei trent'anni sono riuscita finalmente ad avere il piccolo Argo, trovato da cucciolo abbandonato per strada. Impossibile immaginare la vita senza di lui! Lavoro come giornalista ormai da tanti anni. Scrivo soprattutto di cinema e serie tv, ma la passione per gli animali non è da meno.