10 cani che non perdono pelo: le caratteristiche

cani che non perdono pelo
Esistono cani che non perdono pelo? La risposta è sì, per esempio il simpatico Basenji. © Pixabay

Per la felicità degli allergici e di coloro che temono di dover passare la vita con l’aspirapolvere in mano ecco 10 cani che non perdono pelo (o che ne perdono davvero poco).

- Annuncio Pubblicitario -

Esistono cani che non perdono pelo (o che ne perdono poco)? La risposta, per fortuna, è sì. E la scelta è piuttosto ampia. Che sia una necessità dettata dall’allergia o una speranza scatenata dal timore di ritrovarsi a passare le proprie serate con un aspirapolvere in mano (dicendo addio anche al tempo libero per giocare con Fido), il desiderio di non dover correre dietro ai peli caduti è assolutamente condivisibile e dunque ecco un elenco di tutti quei fedeli amici a quattrozampe che, per natura, tendono a disseminare pochissimi peli per la casa anche in periodi normalmente caratterizzati dalla caduta abbondante, come per esempio la Primavera.

Basenji, Cane d’acqua portoghese e Havanese: quattrozampe ipoallergenici

Molto svegli ed energici, i Basenji (foto in alto) sono tra i più famosi cani che non perdono pelo. Considerati, proprio per questo, quattrozampe “ipoallergenici” hanno un mantello cortissimo ma estremamente setoso che necessita di pochissima toelettatura.

Le loro particolarità? Sono piccoli e, quando abbaiano, ricordano in qualche modo le sonorità del jodel tirolese. Hanno una voce ben più “canina” e un mantello decisamente abbondante (anche se, pur richiedendo spazzolate quotidiane e attente, non perdono pelo) gli Havenese e i Cani d’acqua portoghesi che hanno in Bo, il cane dell’ex presidente americano Obama, il loro più illustre testimonial.

- Annuncio Pubblicitario -

Schnauzer e Terrier: manto lanoso ma pochi peli in giro

cani che non perdono pelo, gli Schnauzer
Anche gli Schnauzer fanno parte dei cani che non perdono pelo (o che ne perdono pochissimo). © Pixabay

Tra i cani che hanno un bel manto lanoso e abbondante ma che, malgrado questo, sono cani che non perdono pelo c’è – d’altra parte – solo l’imbarazzo della scelta. I più amati sono alcune delle razze che fanno parte della famiglia dei Terrier (i Bedlington Terrier, i Terrier Tibetani, i Border Terrier, gli Scottish Terrier – che tra l’altro fanno parte delle razze di cani più piccole come taglia – e i Bedlington Terrier) così come gli Schnauzer. Questi ultimi, infatti, sono spesso consigliati come animali da compagnia per le persone che soffrono di allergie ma richiedono una cura attenta e quotidiana (a base di spazzola e olio di gomito) per evitare che sul loro mantello si formino nodi fastidiosi e devono essere tosati con una certa regolarità.

Cani nudi (o quasi): il Levriero italiano e il Cane crestato cinese

Cani che non perdono pelo, il Levriero Italiano
Il mantello raso ma setoso del levriero italiano inserisce questa razza tra quelle dei cani che non perdono pelo. © Pixabay

La tosatura, al contrario, non è un problema per tutte quelle razze praticamente “nude” di cani che non perdono pelo. Esempi celebri sono il Levriero italiano – snello, slanciato e molto dinamico ma caratterizzato anche da un mantello estremamente raso – e il più raro Cane crestato cinese che non ha peli né sulle zampe, né sulla pancia, né sulla schiena, ma è reso super simpatico da una sorta di cresta, appunto, che vivacizza la parte superiore della testa.

Leggi anche: 5 cani da compagnia, che razza scegliere?

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.