La top 5 delle ciotole per gatti

ciotole per gatti
Abbiamo selezionato 5 categorie di ciotole per capire come orientarsi nella loro scelta. Eccole! © Pixabay

I gatti sono esseri molto golosi: lasciar loro da mangiare quando si sta fuori di casa per molte ore è, quindi, molto importante. Scopri le migliori ciotole per gatti per un pranzetto al top!

- Annuncio Pubblicitario -

Quando si fa entrare per la prima volta un gatto in casa è importante considerare anche il capitolo “ciotole per gatti”, oltre a dover pensare a quale nome dargli a seconda che sia un maschio o una femmina, a come scegliere la migliore lettiera e a quale rimedio usare per l’allergia. Non è un argomento da poco: l’alimentazione, infatti, è un tassello vitale per il sostentamento del felino e consentirgli di mangiare e abbeverarsi dai migliori contenitori significa anche preservare la sua salute e farlo vivere meglio. Ecco dunque qualche consiglio utile sul tema, al fine di capire qual è la top 5 delle ciotole per gatti.

1. Ciotole per gatti a forma particolare

Iniziamo da una categoria che piacerà ai proprietari di gatti che amano la fantasia: la ciotola gatti a forma particolare. Non è un caso: si tratta, infatti, di un elemento di arredo, che va inserito all’interno di un ambiente domestico i cui complementi rispecchiano il gusto e l’estro dei proprietari di casa.

Per esempio, la ciotola cibo per gatti a forma di lattina è tipica di una casa giovane e fresca, i cui proprietari sono ragazzi e il cui arredo è caratterizzato da un gusto moderno e sbarazzino. La ciotola gatti a forma di gatto, invece, è un evergreen che non passerà mai di moda: usarla è sintomo di simpatia e di giovialità, al punto che chiunque entri in casa e noti prima la ciotola del gatto sa che tra quelle mura domestiche si nasconde un dolce felino in attesa della pappa. La ciotola per gatti fai da te, invece, consente a chiunque di confezionare il recipiente come meglio crede, a partire dai materiali per arrivare alla foggia e ai colori: in questo caso le opzioni sono pressoché infinite e possono toccare anche altri accessori come il porta ciotole per gatti.

- Annuncio Pubblicitario -

2. Ciotole per gatti di design

Oltre agli esempi appena elencati, non dimentichiamo che sul mercato esistono anche ciotole per gatti di design: si tratta di veri e propri complementi di arredo, prodotti realizzati da brand e grandi maison di moda che si occupano di allestimento di interi ed esterni. In tal caso, la ciotola per gatti non è più solo un oggetto necessario al sostentamento del micio, ma entra a pieno diritto tra gli oggetti di lusso che fanno bella mostra di sé all’interno della casa e che danno un valore aggiunto a tale spazio.  

ciotole per gatti
Tutto quello che c’è da sapere sulle ciotole per gatti. © Pixabay

3. Ciotole per gatti di diversi materiali

Un altro elemento da considerare quando si acquista una ciotola è il materiale con cui questa è realizzata. Per esempio, le ciotole in plastica sono economiche e coloratissime, ma certi gatti possono risultare allergici alla plastica e sviluppare problemi collegati alla patologia. I gatti molto pelosi, invece, possono rovinarsi il pelo strofinandolo sulla plastica, favorendo così la formazione di nodi per via dell’elettrostatica.

Le ciotole in ceramica, invece, sono quelle che vanno per la maggiore: hanno un prezzo relativamente contenuto, ma possono arrivare a costare molto, specie se sono personalizzate. Se durante l’alimentazione il gatto ama intingere la zampa dentro la ciotola è bene acquistarne una sufficientemente pesante, o dotare quella che si ha di piedini in gomma antiscivolo o di silicone antiscivolo. La stessa cosa vale per le ciotole per gatti in acciaio che, tuttavia, non assorbono gli odori, si lavano facilmente e permettono all’acqua di rimanere fresca più a lungo.

- Annuncio Pubblicitario -

4. Fontanelle

A meno che non si opti per una ciotola doppia, la fontanella gatto è quella che consente all’amico felino di abbeverarsi dopo il pasto con acqua sempre fresca. La fontanella d’acqua per gatti consiste in una ciotola collegata, tramite una pompa, a un serbatoio o all’acqua corrente: azionata dall’elettricità, la pompa eroga acqua direttamente nella ciotola del micio. Si tratta, insomma, di un vero e proprio dispenser d’acqua per il gatto e che i più smanettoni possono realizzare sotto forma di fontanella per gatti fai da te. È infine possibile versare nella ciotola del gatto l’acqua corrente, con l’accortezza, tuttavia, di usare un filtro per mantenere puliti i liquidi.

5. Non solo ciotole per gatti: i dispenser e le mangiatoie

Infine, chiunque vada in vacanza lasciando il proprio felino a casa da solo può fare affidamento su un distributore automatico di cibo per gatti. I dispenser di crocchette per gatto, o distributore cibo gatti, fanno cadere nella ciotola il cibo secco a intervalli preimpostati, mentre la mangiatoia automatica per gatti è una ciotola automatica che eroga il cibo al gatto in orari e quantità prestabiliti.

Leggi anche: Perché i gatti fanno la pasta?

Classe 1989, sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e in Storia e Critica dell'Arte all'Università degli Studi di Milano. Dopo avere frequentato la Scuola di Giornalismo Walter Tobagi di Milano, sono diventata giornalista professionista. Amo viaggiare e scrivere di Street Art e Graffiti, per questo ho aperto un blog (https://anotherscratchinthewall.com/), un'associazione culturale (Grafite HB) e tengo Street Art Tour a Milano.