Come dare i comandi al cane e insegnargli il no

comandi cane
Insegnare il no al cane non è impossibile. © Shutterstock

Tra i comandi da insegnare al cane c’è il più importante: il no! Ecco come fare, quando evitare di usarlo e tutto quello che c’è da sapere.

- Annuncio Pubblicitario -

Come insegnare alcuni comandi al cane e tra questi il divieto rappresentato dalla parola “no”? C’è un metodo efficacissimo, ma anche alcuni trucchetti utili per far sì che il nostro amico a 4 zampe ci ascolti e obbedisca, imparando sempre più cose. A rivelarci come fare Bérengère Patria, un’educatrice cinofila, fondatrice di Patt’ en l’air.

Comandi al cane

Ci sono alcuni comandi da dare al cane che è importantissimo che lui impari, per essere educato e obbediente. Un animale che non ascolta, infatti, non solo darà filo da torcere, ma potrebbe anche rappresentare un pericolo per gli altri, soprattutto se di taglia grande. Tra i comandi più importante in realtà c’è un divieto: il no! Bisogna insegnarlo per bene ed evitare di abusarne per non rischiare che perda la sua efficacia e venga ignorato dal cane. Come fare? Dito dritto e lettere ben scandite, ma la regola migliore è usarlo solo quando serve davvero.

- Annuncio Pubblicitario -

Proibire senza l’uso del no

Dire sempre di no al cane e vietargli tutto quello che è sbagliato non è sempre una buona idea. A volte proibire non insegna ciò che è giusto, ma si rivela controproducente nel caso in cui un NO imperativo sia strettamente necessario. A esempio se il cane ha il vizio di mordere o mordicchiare, ripetergli mille volte il divieto di farlo non gli farà perdere l’abitudine. Sarà meglio offrigli uno dei suoi giochi preferiti, così che possa capire che i morsi e la voglia di giocare va sfogata sul giocattolo e non su un essere umano. Questo metodo funziona soprattutto quando l’azione del cane è provocata dalla sua smania di giocare o dalla noia e lo stress.

Cosa usare al posto del no

Per rendere efficace il no è meglio accompagnare il divieto con un’azione, tipo: non toccare. Il cane capirà, così, che deve immediatamente smettere quello che stava per fare ed allontanarsi. Per fare in modo che impari in fretta e che il comando gli rimanga impresso nella mente provate con le crocchette premio.

- Annuncio Pubblicitario -

Ogni volta che il cane esegue il comando oppure obbedisce al divieto premiatelo con un bocconcino (potete usare anche il suo giocattolo preferito). Questo metodo vale sia per il no che per ogni altra cosa che vorrete insegnargli, anche la più creativa e fantasiosa.

Ripetete l’esercizio per almeno 5 minuti al giorno, aumentando il tempo man mano che passano i giorni e rendendolo più complesso cambiando location e comando. Non demordete fino a che non avrà imparato, vedrete che alla fine vi darà grandi soddisfazioni.

Leggi anche: Comandi per cane: i primi ordini da dare al cucciolo

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.