Come calmare un gatto iperattivo?

Come calmare un gatto iperattivo
Per  sapere come calmare un gatto iperattivo è indispensabile l’aiuto di un veterinario specializzato, ma alcuni giochi possono aiutare. ©Pixabay

Capire come calmare un gatto iperattivo non è sempre semplice anche perché, prima di intervenire, è indispensabile comprendere se si tratta di un disturbo reale o di semplice (e fisiologica) vitalità. Ecco come fare.

- Annuncio Pubblicitario -

Come calmare un gatto iperattivo? Il dubbio è legittimo specialmente se il micio salta, morde, graffia, si arrampica ovunque e ha la strana mania di distruggere suppellettili e soprammobili. L’importante, però, è definire – con l’aiuto di un veterinario e il più in fretta possibile – se si tratta davvero di iperattività o se, più semplicemente, il gatto è molto vivace e cerca di sfogare la sua vitalità “accanendosi” contro l’arredo.

Gatto iperattivo: cause e sintomi

L’iperattività è una condizione patologica che viene definita con la sigla HS-HA (ipersensibilità, iperattività) e rappresenta una problematica comportamentale che deve essere affrontata con l’ausilio di un veterinario specializzato. Questa può essere stata causata da un distacco precoce del cucciolo dalla mamma e dai suoi fratellini, dove per “precoce” si intende una separazione avvenuta prima dei 60 giorni di vita.

Durante i primi due mesi, infatti, il micetto impara – dal rapporto con gli altri gattini e dalla relazione con la madre – a tenere a freno alcuni comportamenti (come gli approcci violenti, veicolati da graffi e morsi) e, se questo per qualsiasi motivo non avviene, può avere importanti conseguenze sullo sviluppo del gatto adulto. Un gatto iperattivo, infatti, ha un ritmo alternato di sonno e veglia, vive in uno stato di continua agitazione e tende a patire di più i periodi di solitudine.

- Annuncio Pubblicitario -

Cosa fare per un gatto iperattivo?

I casi più gravi di iperattività felina vengono normalmente curati dai veterinari attraverso la prescrizione di farmaci specifici o di calmanti naturali. Accanto a questi, però, può essere utile aiutare il proprio micio proponendogli alternative stimolanti come per esempio grattato ad hoc o giochi da fare insieme, permettendogli così di sfogare almeno una parte della sua vitalità e aiutandolo a sfogarsi.

Leggi anche: Perché il mio gatto è aggressivo?

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.