Come capire se il cane ha la febbre?

come capire se il cane ha la febbre
I sintomi della febbre del cane @Pixabay

Quando un bimbo sta male, si comincia a misurare la sua temperatura mettendo la propria mano sulla sua fronte, ma con gli animali domestici questo metodo non funziona! Allora, come capire se il cane ha la febbre?

- Annuncio Pubblicitario -

Come ormai è risaputo, avere un cane in casa è un’esperienza bellissima, ricca di momenti indimenticabili, ma come si fa a capire quando il cane sta male? Ad esempio come capire se il cane ha la febbre? Avere un amico a quattro zampe richiede una grande responsabilità per la cura, le sue esigenze e i suoi potenziali problemi di salute. Uno degli aspetti più comuni a cui si deve far fronte è sicuramente la temperatura corporea dei cani, per cui al proprietario è richiesto di riconoscere i sintomi della febbre del cane che può manifestarsi in varie occasioni.

I cani hanno la febbre? Ecco le cause principali

La febbre nei cani, così per noi esseri umani, può essere causata da diversi fattori e il proprietario, magari con l’aiuto del veterinario, può individuare la causa. Per esempio l’innalzamento delle temperature e il caldo forte sono fattori ambientali che i cani difficilmente tollerano. Oppure l’ipertermia e i comuni colpi di calore che derivano dall’eccessivo esercizio fisico, che non aiuta il cane a stare in salute ma ad accusare la stanchezza.

Il cane può avere la febbre anche in seguito ad alcune malattie infettive batteriche, come ad esempio la brucellosi, oppure da Rickettsia e la ehrlichiosi. Può capitare anche per cause infettive micotiche, protozoarie (e qui parliamo anche di leishmaniosi) o cause immunomediate come la vasculite. La febbre può essere un sintomo anche di patologie più gravi come le neoplasie, oltre che di infezioni di ferite, necrosi e ascessi di vario tipo, che possono localizzarsi in tutti i punti del corpo, compresi gli organi.

I sintomi della febbre nel cane

Dopo aver letto le cause che portano il cane ad avere la febbre, andiamo a vedere come possiamo capire se esso effettivamente ce l’ha o meno. Prima di andare a misurare la temperatura, è bene osservare se il cane presenta i seguenti sintomi.

- Annuncio Pubblicitario -

Le prime cose che si possono notare in un cane febbricitante è il malessere fisico: il cane risulterà fiacco, poco incline a comportamenti giocosi, ma nemmeno a comportamenti nervosi; semplicemente sarà apatico, con pochissima voglia di muoversi e desideroso di restare nel suo angolo sicuro. Potrà manifestare inoltre una perdita di appetito che lo porterà a rifiutare il cibo che gli proporrete.

Può presentare, e questo capita anche all’uomo, dei dolori muscolari e articolari ed il suo respiro appare superficiale. Inoltre, come citato prima nelle cause principali portatrici di febbre, insieme a questi sintomi possono presentarsi anche quelli della malattia specifica, e lì sarà bene affidarsi al veterinario quanto prima, visto che non sono cose da prendere alla leggera. Un altro sintomo può essere sicuramente quello del naso secco, screpolato, che è sinonimo di temperatura corporea molto alta e quindi di una diminuzione dei liquidi. Sempre il naso potrebbe risultare al contatto caldo e umido, e potrebbe secernere una mucosa.

Come misurare la febbre al cane?

Riconosciuti i sintomi della febbre nel cane, possiamo procedere quindi a misurargli la temperatura per capire effettivamente in che stato è, e l’unico modo per misurarla è applicare la misurazione per via rettale. È importante sottolineare che il cane deve sentirsi tranquillo durante questa operazione, perché potrebbe risultare invasiva e fastidiosa, quindi meglio accertarsi che il termometro sia del materiale adatto a non dare fastidio all’animale. È possibile usare anche dei lubrificanti adibiti a migliorare l’entrata del termometro stesso. Bisogna inoltre mantenere la calma, soprattutto durante la misurazione corporea.

La misurazione in sé dura circa un paio di minuti, e va fatta facendo entrare il termometro per non più di due centimetri. Una volta terminato il processo, andiamo a sciacquare il termometro e se possibile, va disinfettato. Fatto ciò si può procedere ad analizzare la temperatura ottenuta: se supera i 38,5 gradi, si considera che il cane abbia la febbre. Ovviamente, se è più alta di così, va consultato immediatamente il veterinario per diagnosticare il problema e prescrivere una posologia adatta a far scendere la febbre ed eventualmente adottare una terapia per la patologia specifica, qualora fosse presente.

- Annuncio Pubblicitario -

Come capire se il cane ha la febbre senza il termometro

Se non si dispone di un termometro a casa, è possibile rilevare la temperatura corporea del proprio amico a quattro zampe toccando prima le zampe e le orecchie con le guance o il dorso della mano. Queste zone del cane sono di solito molto calde e, se l’animale sta bene, la temperatura è leggermente elevata rispetto a quella dell’essere umano.

È possibile anche toccare il naso per capire se c’è un’infezione in corso, ma anche le ascelle o la zona inguinale. Se il cane ha la febbre infatti, queste zone appaiono gonfie e calde. Infine il proprietario del cane può esaminare le gengive, che in caso di febbre saranno calde e secche rispetto alla normalità.

Leggi anche: Quali sono le principali malattie dei cani?

Dopo numerosi tentativi per convincere mia madre a prendere un cane, alla soglia dei trent'anni sono riuscita finalmente ad avere il piccolo Argo, trovato da cucciolo abbandonato per strada. Impossibile immaginare la vita senza di lui! Lavoro come giornalista ormai da tanti anni. Scrivo soprattutto di cinema e serie tv, ma la passione per gli animali non è da meno.