Come pulire gli occhi al cane: tutto quello che c’è da sapere

Come pulire gli occhi al cane
Come pulire gli occhi al cane? Scopriamolo insieme. © Hybrid Unsplash

Gli occhi del cane sono molto sensibili e delicati: ecco perché abbiamo deciso di scrivere una guida su come pulire gli occhi al cane. Scopri tutti i dettagli con il nostro articolo!

- Annuncio Pubblicitario -

Come pulire gli occhi al cane? Questa pratica è un’abitudine importantissima, facile e veloce. Se effettuata costantemente e in maniera accurata può servire al padrone di Fido a rendersi subito conto se c’è qualcosa che non va, ossia se vi sono in atto delle infezioni oculari, una congiuntivite o eventuali altre patologie di origine virale, batterica o traumatica.

Come pulire gli occhi al cane?

La pulizia degli occhi del cane può essere svolta semplicemente utilizzando una garza sterile imbevuta di soluzione fisiologica, come dell’acqua borica, o di altri prodotti specifici: antibiotici o detergenti.

- Annuncio Pubblicitario -

Erroneamente, però, dinanzi agli occhi cisposi, dovuti ad esempio ad un’eccessiva lacrimazione degli occhi del cane o alla fuoriuscita di muco dagli occhi, si ha la tendenza a pulire i residui visibili sul contorno occhi del cane con un semplice fazzoletto di carta imbevuto di acquaQuesta pratica, non solo risulta essere superficiale, ma può aumentare il rischio di peggioramento della condizione in atto. Infatti, sia l’acqua non sterile del rubinetto che il supporto potrebbero irritare la mucosa o lasciare residui all’interno dell’occhio (ad esempio se si usa dell’acqua troppo ricca di calcare o del cotone idrofilo).

In presenza di un occhio del cane raffreddato o gonfio, se non si ha troppa dimestichezza della situazione, può essere facile recare danno all’animale, quando quest’ultima, ad esempio, ha in corso una congiuntivite o un’infezione, solitamente contraddistinta dalla presenza di secrezioni oculari biancastre o di colore verdeIn questi casi è sempre meglio chiedere consulto al veterinario di fiducia. Dopo un’attenta osservazione del paziente, l’esperto, infatti, potrà determinare la giusta diagnosi e prescrivere, se necessario, il rimedio più corretto a seconda del caso: collirio per cani, creme gel o gocce oculari.

I 6 passi da seguire per la corretta pulizia occhi del cane

  1. Scegliere il rimedio naturale o sterile consigliato dal proprio veterinario: acqua borica per pulire gli occhi del cane, della camomilla, antinfiammatorio naturale o detergenti, collirio per cani e pomate.
  2. Tenere una posizione ferma e comoda sia per il cane che per voi. In modo tale che il cane resti fermo e si faccia pulire gli occhi. Solitamente, se abituato già da quando è cucciolo, sarà più facile che il cane resti fermo e tranquillo durante questa operazione.
  3. Dopo aver imbevuto una garza o una salvietta sterile, con un tocco molto leggero, strofinare (o meglio tamponare) gli occhi del cane partendo dalla palpebra superiore verso il basso. Soffermarsi sulla parte più sporca dell’occhio, solitamente quella più interna vicino il naso.
  4. Continuare ad agire senza utilizzare troppa pressione, per evitare che il cane senta dolore e inizi ad agitarsi. In questa fase sarà naturale osservare come il cane, mosso dal suo istinto di protezione, tenti a chiudere gli occhi o a dimenarsi.
  5.  Quando il cane chiude gli occhi, approfittare pulendo anche la parte superiore della palpebra.
  6. Meglio non utilizzare lo stesso panno o garza per pulire entrambi gli occhi, ma cambiarlo prima di passare al lato successivo.

Ecco un esempio pratico di come pulire gli occhi ad un cane maltese, in video:

- Annuncio Pubblicitario -

Ogni quanto pulire gli occhi del cane?

Una buona abitudine sarebbe quella di farlo almeno due volte alla settimana, in media. Tutto dipende dalla condizione di salute del cane. Se l’animale soffre di problemi agli occhi, ad esempio, e se il veterinario lo consiglia, sarà necessario procedere anche più di una volta al giorno. La pulizia degli occhi del cane fatta di frequente e accurata fa in modo che si possa evitare l’insorgere di patologie quali: congiuntivite, uveite, infezioni e quant’altro.

A cosa fare attenzione?

Mentre si puliscono gli occhi del cane, fare molta attenzione alla presenza di lesioni con croste da ferita in cui appare la presenza di sangue. Osservare il senso in cui si rivolge il pelo attorno agli occhi. Potrebbe succedere che un pelo rivolto verso il basso tocchi all’interno dell’occhio e lo infiammi. Se si tratta di un esemplare a pelo lungo è consigliabile tagliare i peli attorno agli occhi (o, meglio, farlo fare al veterinario o ad un toelettatore). Porre attenzione a non far entrare nulla nell’occhio del cane, in particolar modo quando questi viene lavato.

- Annuncio Pubblicitario -

Il prendersi cura del proprio amico a quattro zampe passa anche dall’osservare quei piccoli dettagli che riguardano i suoi occhi, organi da sempre considerati delicatissimi. Fare l’abitudine e dedicare al cane pochi minuti del proprio tempo pulendoli può evitare alcune situazioni spiacevoli.

Leggi anche: I cinque sensi del cane: ecco come li usa

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!