Come vedono i cani? Tutte le curiosità sulla vista dei nostri animali

come vedono i cani
I cani vedono il giallo e il blu e le loro sfumature, ma non percepiscono il rosso. ©pixabay

I cani vedono i colori? La vista dei cani è diversa da quella degli esseri umani, per cui percepiscono anche il mondo in maniera differente. Ecco come vedono i cani.

- Annuncio Pubblicitario -

Se hai un cane o l’hai avuto in passato, ti sarai sicuramente chiesto come vedono i cani. I cani nascono ciechi e – proprio come un neonato – dipendono in tutto e per tutto dalla madre. Poi, a tre settimane di vita, aprono gli occhi e cominciano a vedere e, tra le 5 e le 7 settimane, hanno sviluppato la maggior parte dei sensi e possono cominciare a essere educati dal loro padrone, perché percepiscono e riconoscono la realtà intorno a loro. A tre mesi raggiungono la vista definitiva. 

Come vedono i cani?

Il loro campo visivo è di circa 250º, a seconda della razza (il levriero, che ha gli occhi posizionati lateralmente, ha un campo visivo ampio, mentre il carlino, per esempio, ce l’ha più limitato) mentre il nostro è di 200°. Inoltre, essendo predatori, vedono meglio da lontano che da vicino. Per lo stesso motivo, distinguono molto meglio dell’uomo oggetti in movimento, anche a grandi distanze: molte loro prede, infatti, hanno imparato a stare completamente immobili in situazioni di rischio, invece di scappare.

In ogni caso, la vista non è il senso più sviluppato del cane: per la sua sopravvivenza il senso più importante è sicuramente l’olfatto. Ed è proprio questo senso che lo aiuta a ricordare cose accadute precedentemente: la sua memoria visiva, infatti, non è buona come la nostra.

- Annuncio Pubblicitario -

I cani vedono i colori?

La vecchia teoria che i cani vedono in bianco e nero è stata smentita da diversi studi. È vero, però, che non percepiscono i colori come gli esseri umani: mentre gli uomini sono sensibili a tre colori principali (rosso, blu e verde e le loro combinazioni), i cani lo sono solamente a due, il blu e il giallo e non riescono a percepire il rosso. E pensate a una cosa curiosa: il cane non vede il rosso, ma la maggior parte dei suoi giochi sono proprio di questo colore: questo perché gli oggetti sono stati studiati per colpire il padrone e non l’animale. Il cane, inoltre, sarebbe capace di riconoscere anche le diverse sfumature del blu, del giallo e del grigio.

I cani vedono al buio?

I cani al buio vedono molto bene ed è proprio per questo che, se si trovano allo stato brado, vanno a caccia di notte. La loro pupilla può espandersi parecchio in condizione di mancanza di luminosità o luce fioca: sulla loro retina ci sono delle cellule riflettenti che formano un tessuto chiamato tapetum lucidum, proprio dei mammiferi notturni (gli esseri umani non ne sono dotati), che ha il compito di riflettere e aumentare la quantità di luce che può essere catturata dalla retina stessa.

I cani possono essere miopi?

I  cani, proprio come gli esseri umani, possono soffrire di miopia e di ipermetropia. I Labrador, per esempio, sono considerati tra i cani che vedono nel modo migliore. Al contrario, le razze Pastore Tedesco e Rottweiler sono più soggette a problemi di miopia.

- Annuncio Pubblicitario -

Leggi anche: Cane che abbaia: cosa dice la legge in proposito

Gli animali mi sono sempre stati un po' indifferenti finché un ex fidanzato non mi ha costretto a una convivenza con la sua "boxerina" di 40 kg. Mi sono ripresa dal trauma e, oggi, sono io a fermare tutti i cani per strada per una carezza, sperando nella pazienza dei loro proprietari...