Quali sono le crocchette giuste per i gatti obesi?

crocchette per gatti obesi
Alimentazione e crocchette per gatti obesi. © Pixabay

Stai per acquistare le crocchette per i tuoi gatti obesi? Abbiamo stilato una classifica con le migliori presenti sul mercato: non perdertela!

- Annuncio Pubblicitario -

Quali sono le migliori crocchette per gatti obesi? Esistono anche altri tipi di cibo da somministrare a un “micio fuori misura”?
I gatti obesi hanno un’aria simpatica e pacioccona, ma non bisogna farsi deviare dall’aspetto. L’obesità è una malattia e come tale dev’essere trattata. Naturalmente affidarsi a rimedi fai da te è altamente sconsigliato, quindi, dopo aver chiesto consiglio al veterinario sarà necessario far cominciare al gatto una dieta a base di cibi specifici (crocchette per gatti obesi, cibo umido per mici in sovrappeso, ecc.). Vediamo insieme quali sono i migliori alimenti presenti sul mercato per nutrire al meglio il gatto obeso. 

Qual è il peso ideale del gatto?

Il peso forma del gatto dipende naturalmente dalla sua età, dal sesso e dalla razza. In media il peso ideale di un gatto adulto può variare tra i 2 kg, del longilineo Abbissino, e gli 11 kg del grosso e peloso Gatto norvegese delle foreste. Il peso ideale del gatto europeo a pelo lungo o corto varia invece tra i 3,5 e i 5 kg. 

Gatti obesi: i sintomi e le cause 

E se un gatto eccede il peso forma? Potrebbe essere in sovrappeso, o, nei casi più gravi obeso. Bisogna infatti distinguere un po’ di eccesso di peso da un vero e proprio disturbo che con il tempo può portare a delle conseguenze gravi come il diabete del gatto.
Le cause dell’obesità del nostro micio possono essere diverse: dalle semplici cattive abitudini alimentari fino a patologie come l’ipotiroidismo. Alcuni gatti possono aumentare di peso dopo la sterilizzazione o la castrazione, per questo motivo è importante seguire le indicazioni alimentari date dal veterinario dopo l’operazione.

I sintomi dell’obesità del gatto sono visibili a occhio nudo (il gatto è molto grasso, la parte posteriore del suo corpo è sproporzionata, la testa è molto grande, ecc), ma non solo. Le costole al tatto sono difficili da percepire poiché si trovano sotto uno spesso strato di grasso e la base della cosa risulta più spessa del normale. 

- Annuncio Pubblicitario -

Cibo umido o crocchette per gatti obesi?

Se abbiamo in casa un gatto obeso una “dieta fai da te” è altamente sconsigliata se non addirittura pericolosa per il micio. Solo il veterinario, una volta visitato il gatto ed escluse eventuali patologie, sarà capace di prescrivere il piano alimentare più adatto alla cura dell’obesità del micio.
Lo specialista potrebbe suggerire di diminuire la razione di cibo in maniera molto graduale in modo da non provocare un impatto forte sull’organismo del gatto e di privilegiare il cibo umido a quello secco. Inoltre esistono in commercio dei prodotti specifici per far fronte a questo disturbo. 

Crocchette dimagranti per gatti

In commercio è possibile trovare diversi prodotti per far fronte al sovrappeso e all’obesità del gatto. Tra i più noti ritroviamo le crocchette con basso apporto calorico Royal canin obesity destinati a gatti obesi di età superiore ad un anno, i croccantini a base di pollo e proteine vegetali senza glutine e senza cerali Monge VetSolution obesity per gatto, le crocchette a base di pollo e pesce Purina obesity manangement e le Hill’s Science Plan Feline Adult (da 1 a 6 anni) a basso contenuto calorico e a base di semi di lino, carni bianche e L-carnitina (amminoacido che aiuta a bruciare i grassi in eccesso). È importante che nelle crocchette per gatti obesi ci sia una bassa percentuale di glutine e lattosio.

Attenzione: non tutti i veterinari sono concordi nel nutrire il gatto obeso con le crocchette. Alcuni infatti preferiscono aumentare il cibo umido e ridurre il secco (come i croccantini), si consiglia quindi di chieder consiglio al proprio veterinario di fiducia cha saprà consigliare il piano alimentare più adatto al vostro gatto.

Cibo umido per gatti obesi

Della Royal canin ritroviamo anche del cibo umido con elevato apporto proteico e di amido per far fronte al sovrappeso, anche i paté monoproteici possono essere una soluzione valida per contrastare l’obesità del gatto.
Naturalmente è possibile anche nutrire il nostro micio con dei pasti fatti in casa appositamente per lui a base di riso, proteine animali (privilegiando carni bianche e pesce) e verdure crude o cotte. Come ben sappiamo il gatto è un predatore e ha quindi bisogno di una dieta in ricca di proteine di origine animale più che di verdure, possiamo quindi orientarci su una percentuale di 70-80% di carne o pesce e il restante da dividere tra riso e verdure.

- Annuncio Pubblicitario -

Piccolo consiglio: non bisogna aspettare che il gatto diventi obeso per modificare (sotto consiglio del veterinario) la sua dieta. È importante infatti evitare che il micio arrivi al punto di essere obeso per scongiurare il pericolo di patologie importanti che possono compromettere il suo stato di salute.
Prima di qualsiasi tipo di cambiamento nell’alimentazione del gatto rivolgersi al veterinario.

Leggi anche: Quanto deve mangiare un gatto? Le 7 regole fondamentali

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.