Proverbi e curiosità sui gatti

curiosità sui gatti
Tra proverbi e curiosità sui gatti c’è da divertirsi! Ecco alcuni modi di dire, aforismi e curiosità sul mondo dei gatti. © Pixabay

“Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino”, “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”. Questi sono solo alcuni dei proverbi legati ai nostri amici felini: scopri le altre curiosità sui gatti nel nostro articolo.

- Annuncio Pubblicitario -

Le curiosità sui gatti, i proverbi e le citazioni hanno inizio dalle origini ancestrali del gatto. Se da prima era considerato un animale selvaggio, cacciatore, con il passare del tempo il gatto è diventato a grande titolo un membro della famiglia. Dalla storia delle prime civiltà il gatto è poi passato dall’essere adorato come un dio e celebrato per i suoi poteri magici e ultraterreni, al diventare oggetto di scherzi e proverbi entrati a far parte dell’uso linguistico corrente. Curiosità sui gatti e proverbi ce ne sono tantissimi. Ma quali i detti più conosciuti? E quali quelli ancora da scoprire?

10 curiosità sui gatti da conoscere assolutamente

Tra le curiosità narrate sul gatto domestico vi sono alcune particolarità o stranezze dei gatti – se così si vogliono definire – su cui l’uomo tende a interrogarsi spesso. Se si ha a che fare con un gatto in casa ci si sarà chiesti, almeno una volta (con un pizzico di invidia) il perché il gatto dorme tante ore al giorno. La verità è che il sonno dei gatti è un sonno leggero. È pur vero che riescono a dormire fino a 18 ore al giorno, ma si noterà come essi sono sempre vigili e attenti al pur minimo movimento. E che dire di quando il gatto fa le fusa? Non potremmo essere più ripagati di amore senza il loro ronron e i loro massaggi calmanti.

Chissà in quanti si saranno chiesti il perché il gatto ricopre i suoi bisogni? E perché appena aver finito di mangiare si lecca accuratamente? Questo è un tipico atteggiamento di protezione nei confronti di eventuali nemici che riconoscerebbero la loro presenza attraverso gli odori. Quest’ultimi, infatti, sono importantissimi per i gatti per segnalare il loro territorio. Lo sapevate, inoltre, che i gattini nascono tutti con gli occhi azzurri? Ebbene sì, i gatti molto piccoli, proprio come gli umani, non hanno già determinato il colore degli occhi. A parte alcuni tipi di specie di gatti, che hanno gli occhi azzurri, tutti gli altri, una volta cresciuti, avranno la tendenza ad avere gli occhi verdi o gialli. E che dire rispetto al colore del pelo? Forse non si sa già che i gatti tricolori sono tendenzialmente tutte femmine.

Queste e tante altre curiosità, sui tanti tipi di miagolii che fa, sulla loro preferenza musicale che predilige gli acuti ai bassi, sulla loro incapacità di riconoscersi allo specchio (il che li rende buffi e divertenti) fanno parte di un complesso insieme di caratteristiche tipiche di questo animale che lo rendono unico!

Curiosità sui gatti e proverbi dal mondo (dei gatti)

Tra gli animali domestici, il gatto è stato forse l’ultimo ad essere addomesticato. Sicuramente, è certo che l’interesse nei confronti di questo felino è iniziato successivamente all’addomesticamento del cane. L’uomo ha iniziato a mostrare il suo interesse nei confronti di questo felino quando ha dovuto cominciare la sua caccia ai topi, portatori di epidemie. Tante le leggende e i miti che si raccontano sui gatti, ma ciò che delinea alla perfezione la sua indole scaltra e cacciatrice, descrivendo i suoi pregi e difetti alla perfezione sono i proverbi.

- Annuncio Pubblicitario -

Che cos’è un proverbio? Ogni proverbio o detto rappresenta una microstoria, un episodio tramandato da generazione a generazione che cela un insegnamento. Questo ha l’obiettivo di mettere in guardia i posteri e di creare una visione delle cose da una prospettiva definita come culturale, popolare.

I proverbi, infatti, sono narrati diversamente da popolo a popolo, facendo fede ad uno scenario collettivo condiviso da una comunità rispetto ad un altra. Ma tutto sommato, i proverbi raccontano la stessa cosa: un’esperienza da punti di vista diversi. E cosa si dice sui gatti? Ecco alcuni esempi di detti sui gatti, provenienti dal panorama culturale italiano e straniero.

  • La gatta frettolosa fa i figli (o gattini) ciechi. Tra i proverbi sui gatti più conosciuti, ha un significato ben preciso: se vai di fretta, le cose non vengono come dovrebbero!
  • Tanto va la gatta a lardo che ci lascia lo zampino: attenzione, prima o poi se si continua così verrai scoperto!
  • Quando il gatto non c’è i topi ballano: quando non c’è una figura autoritaria, gli altri se ne approfittano.
  • Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco: aspetta prima di dire di aver raggiunto un obiettivo, il gatto è lesto e potrà sfuggirti di mano. In quel caso dovrai ricominciare da capo!
  • La curiosità uccise il gatto, ma la soddisfazione lo riportò in vita: a volte vale la pena essere così curiosi!

Altri modi di dire, non propriamente classificabili come proverbi sono:

  • Qui gatta ci cova: c’è qualcosa sotto che si sta progettando o pensando!
  • Fare la gatta morta: sembrare indifferente alle situazioni, ma essere lesti nell’approvittarvi a proprio vantaggio.
  • Avere una gatta da pelare: frase utilizzata in contesti difficili da risolvere e da affrontare.
  • Stare in quattro gatti: essere in pochi
  • Essere come cane e gatto: modo di dire usato dinanzi a due persone che litigano spesso, non andando mai d’accordo. In realtà, in questo caso vale anche la pena citare il detto “gli opposti si attraggono” come è spesso dimostrato dalla convivenza pacifica tra cani e gatti nel focolare domestico.

Frasi sui gatti e aforismi

I gatti sono i protagonisti indiscussi di tantissime citazioni sui gatti e frasi particolarmente dedicate ai gatti neri. Celebri pensatori hanno scritto frasi e aforismi su questi animali, affascinanti.

Saki ha detto dei gatti: «Il gatto sembra l’incarnazione di ogni cosa soffice, setosa, priva, nella sua composizione, di qualsiasi asperità: un sognatore la cui filosofia è «Dormi e lascia dormire», mentre Fabrizio Caramagna ha detto: «La notte. E se Dio l’avesse inventata solo per vedere gli occhi dei gatti?».

- Annuncio Pubblicitario -

Pam Brown, invece, afferma che: «Un piccolo gatto trasforma il ritorno in una casa vuota nel ritorno a casa». Mentre il filosofo francese E. A. Chartier, conosciuto anche come Alain descrive la perfezione felina in questo modo: «Due cose al mondo sono esteticamente perfette: l’orologio e il gatto».

E che dire del tanto discusso gatto nero? Anche le frasi sui gatti neri e le citazioni sono diverse e disparate. La sua fama lo precede e non sempre nel migliore dei modi. Il grande Totò diceva ironicamente: «A me i gatti neri mi guardano in cagnesco», mentre secondo una credenza inglese: «Nella casa dove vive un gatto nero non mancherà mai l’amore».

Personaggio principale di fiabe e favole per bambini, di libri sui gatti se ne può parlare per ore e giornate intere. Per farne alcuni esempi, i più celebri sono Il gatto con gli stivali e Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare (di Luis Sepúlveda).

Cacciatori dal portamento elegante e protettori di sogni altrui i gatti si fanno amare da tutti. Il loro carattere e le loro particolarità suscitano in molti immaginazione e curiosità sui gatti.

Leggi anche: Comprendere il comportamento del gatto

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!