Tutto quello che devi sapere sulla fisioterapia veterinaria: centri e best practice

fisioterapia veterinaria
Cos’è la fisioterapia veterinaria utilizzata per curare i cani? Scopriamolo insieme. © Shutterstock

Non solo gli umani hanno bisogno di riabilitare la propria muscolatura, ma anche i cani! Entra anche tu all’innovativo mondo della fisioterapia veterinaria e scopri i centri in Italia che la portano avanti.

- Annuncio Pubblicitario -

La fisioterapia veterinaria è una branca specialistica della medicina veterinaria che si occupa della cura riabilitativa degli animali domestici. Seppur non ancora molto diffusa in Italia – o forse, ancora poco conosciuta dai proprietari dei pets domestici – la fisioterapia dei cani, gatti o cavalli, risulta essere un ottimo rimedio riabilitativo per alcuni tipi di patologie, croniche o traumatiche, che interessano l’apparato muscolo scheletrico e neurologico. Di cosa si occupa nello specifico la fisioterapia degli animali? E quali le tecniche usate per curare i cani?

Cos’è la fisioterapia veterinaria?

La fisioterapia degli animali è utilizzata per alleviare il dolore ai nostri amici a quattro zampe. Ed essa consente di facilitare, accelerandolo, il recupero post traumatico e chirurgico. Le varie fasi riabilitative a cui è sottoposto Fido servono, dunque, a permettergli di vivere una vita normale, in piena attività.

Quando si pratica la fisioterapia sui cani? La fisioterapia per cani è un’opzione presa in considerazione per il trattamento delle lesioni dei muscoli o delle ossa (tendiniti, lesioni dei legamenti e delle articolazioni); per favorire la ripresa del paziente dopo un trauma sopraggiunto, ad esempio durante una competizione. E per aiutare i cani che soffrono di malattie neurodegenerative, come l’artrosi.

Inoltre, la fisioterapia nei cani risulta essere molto efficace anche per la cura degli ematomi, degli spasmi, delle contratture, delle atrofie muscolo scheletriche, delle fratture, dei problemi a carico della spina dorsale, per il trattamento della sindrome di Wobbler (malattia degenerativa a carico del midollo) e delle displasie che possono interessare i cuccioli in fase di crescita. Per i disturbi neurologici e geriatrici e, in generale, per poter migliorare le funzioni e il tono dei muscoli a scopo preventivo.

- Annuncio Pubblicitario -

Tecniche e strumenti di riabilitazione

La fisioterapia veterinaria, come anche quella applicata sull’uomo, può essere svolta in diversi modi di riabilitazione che prevedono un uso manuale o strumentale. Per ciò che riguarda la fisioterapia manuale, sono effettuati sul cane dei massaggi atti a stimolare la zona interessata, alleviando il dolore, mentre la ginnastica è il primo metodo strumentale con cui si approccia l’animale alla sua riabilitazione.

Esistono esercizi di fisioterapia attivi, come ad esempio le flesso-estensioni, ed esercizi passivi, come lo stretching, oppure si può agire sull’animale riabilitandolo con della ginnastica assistita, effettuata con il supporto di pedane, palle da fisioterapia, tavole e sostegni per gli arti posteriori. Per casi specifici, invece, il veterinario può consigliare un trattamento fisioterapico che faccia uso degli ultrasuoni, della tecarterapia (una tecnologia di stimolazione emo-linfatica interna), della terapia in acqua o della termoterapia, dell’elettrostimolazione e della terapia laser.

La scelta che porta il medico a consigliare una terapia piuttosto che un’altra dipende non solo dalla condizione fisica in cui verte l’animale, ma anche dal suo carattere e livello di sopportazione del dolore e della manipolazione fisioterapica.

Come diventare fisioterapista per animali?

Un terapeuta specializzato in fisioterapia per cani è laureato in medicina veterinaria e ha seguito un master o dei corsi in fisioterapia e riabilitazione per animali. In Italia, a differenza di altri paesi, non è riconosciuta la figura del fisioterapista non laureato in veterinaria. Tuttavia, vi sono dei corsi per tecnico della riabilitazione fisica degli animali che, però, non permettono di svolgere il lavoro di fisioterapista in modo autonomo, da libero professionista, ma solo a supporto e con la supervisione di un medico veterinario.

- Annuncio Pubblicitario -

Centri specializzati in fisioterapia per cani

Centri per la fisioterapia degli animali o professionisti specializzati sono presenti in tutta Italia. A seconda del tipo di terapia riabilitativa ricercata è possibile trovare i professionisti abilitati un po’ ovunque. Basterà cercare online il fisiatra più vicino a cui affidare le cure del proprio amico a quattro zampe. Altrimenti richiedere l’aiuto del proprio medico veterinario di fiducia, a cui sono affidate le cure del nostro migliore amico. Spesso, lo stesso veterinario ha seguito dei corsi e, dunque, sa come praticare la fisioterapia. 

Curare il cane e farlo stare meglio, sia fisicamente che mentalmente, è un atto di grande amore che il suo padrone può fare.

Leggi anche: I benefici degli ultrasuoni per cani

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!