Gattina trovata al freddo: una donna la salva con un maglione minuscolo (Video)

Una gattina soriana orfana è stata ritrovata in strada al freddo e al gelo. In un rifugio le è stata salvata la vita grazie al calore di un maglioncino piccolissimo. 

- Annuncio Pubblicitario -

Circa due settimane fa una gattina nata da meno di 10 giorni è stata portata alla Juliet’s House Animal Rescue, un rifugio per animali sito in North Carolina, dove la volontaria Casaundra Maimone si è presa cura di lei riuscendo a riscaldarla con un piccolo maglione fatto su misura per lei. 

Attenzione: il video che stiamo per mostrarvi potrebbe essere…troppo tenero!

- Annuncio Pubblicitario -

La gattina orfana

Quando è arrivata al rifugio la piccola gattina era molto fredda al tatto e la prima cosa da fare è stata scaldarla in modo da riportare la sua temperatura corporea alla normalità. La volontaria, quindi, ha riscaldato lentamente la micia con le sue stesse mani e ha deciso poi di avvolgerla nel piccolo maglione di lana che la tiene ben calda. «È stata trovata abbandonata fuori al gelo da sola. Le persone che l’hanno trovata hanno aspettato quasi tutto il giorno l’arrivo di mamma gatta ma senza successo”, ha dichiarato Casaundra.

Le cure e la guarigione

Una volta arrivata al rifugio, la volontaria si è occupata della gattina. Il calore ha ridato vita al suo piccolo corpo restituendole forza. La micia ha cominciato, pian piano, ad alimentarsi con calma e a fare le fusa, segno che la situazione diventava sempre più rosea. «Quando si è attaccata per la prima volta al contagocce – continua Casaundra – mi sono sentita ottimista riguardo alle sue possibilità», e non a torto. La micia infatti, nutrita e riscaldata ha cominciato a miagolare e muoversi con naturalezza non mostrando più segni di sofferenza. 

- Annuncio Pubblicitario -

«I cuccioli al di sotto delle due settimane di età non sono in grado di regolare la propria temperatura corporea, quindi è importante tenerli in un ambiente a temperatura controllata», dice Casaundra che spiega come la gattina si è addormentata nella mano della sua mamma adottiva. 

Ad oggi, la piccola sorianella sta molto meglio, è ingrassata, ha guadagnato forza e trovato persino un amico coccolone: Winnie, un esemplare di yorkshire gentile e amorevole con cui condivide il suo tempo. 

Leggi anche: I gatti sentono freddo? Consigli per affrontare l’inverno

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.