Gatto rasta viene abbandonato ed è irriconoscibile

gatto rasta
Un uomo abbandona una gabbia davanti a un rifugio con un gatto dentro. ©Douglas County Animal Care & Services

Era diventato un gatto rasta, quello che un uomo ha lasciato in una gabbietta fuori la porta di un rifugio. I volontari l’hanno a stento riconosciuto. 

- Annuncio Pubblicitario -

Può un animale essere così maltrattato e trascurato da trasformarsi in un gatto rasta, qualcosa di irriconoscibile per poi essere abbandonato? A quanto pare sì, visto quando hanno ripreso le telecamere di un rifugio della contea di Douglas, nel Nevada. I volontari che salvano gli animali di solito non si stupiscono di nulla, avendone viste di tutti i colori, ma stavolta la situazione era al limite dell’assurdo e del tragico.

La gabbietta abbandonata

Fuori il cancello di un rifugio per animali domestici molto conosciuto della contea di Douglas, le videocamere di sorveglianza hanno registrato l’arrivo di un uomo, coperto da un berretto che, forse ignorando di essere ripreso, ha lasciato una gabbietta proprio alla porta d’entrata. I volontari quando hanno visionato le immagini, hanno capito che si trattava di abbandono e si sono preparati ad accogliere il nuovo animale.

Un gatto rasta

Quello che proprio non si aspettavano era di trovare quello che i loro occhi hanno visto non appena aperto il trasportino: un gatto rasta, praticamente una palla di pelo grigia arruffata e annodata. Non si riusciva a capire neppure di che animale si trattasse. All’inizio pensavano fosse un cane ma poi spostando il pelo si sono accorti che era un gatto, talmente tanto annodato che non riusciva neppure a muoversi. Dopo averlo soccorso e liberato e tagliato i suoi rasta, ora il gatto sta bene e il rifugio sta indagando se l’uomo che l’ha lasciato lì sia il responsabile di tale maltrattamento.

- Annuncio Pubblicitario -

Leggi anche: Crollo del Ponte di Genova: tra i superstiti spunta un gattino

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.