Gatto obeso: come farlo dimagrire?

gatto obeso come farlo dimagrire
Come far dimagrire un gatto obeso? Ecco cosa serve fare oltre la dieta. © Shutterstock

Il tuo gatto è obeso? Vuoi sapere come farlo dimagrire? Beh questo è proprio l’articolo che fa per te! Segui i nostri consigli e non te ne pentirai!

- Annuncio Pubblicitario -

Come far dimagrire i gatti obesi? Per aiutare il gatto obeso a ritrovare la sua linea esistono delle diete specifiche che gli permettono di perdere peso riequilibrando il suo metabolismo e permettendo di vivere in modo più sano. L’obesità nel gatto, è risaputo, che causa diverse patologie, anche molto gravi, a cui è difficile porvi rimedio. Alla stregua degli esseri umani anche i gatti obesi possono ritrovare il loro peso forma grazie ad alcune semplici regole quali: seguendo una dieta particolarmente proteica e senza grassi, svolgendo dell’esercizio fisico e definendo qualche (furba) strategia di azione ben mirata, messa in pratica dal proprietario del gatto. Ecco come farlo dimagrire!

Obesità del gatto: conseguenze e rischi per la salute

Reduce di abitudini di una società moderna fatti di uomini incuranti delle conseguenze derivate da un’alimentazione non consapevole, anche il gatto soffre di obesità.

Correlati ad un accumulo di grassi in eccesso di cui non ha bisogno, i rischi a cui va incontro il gatto obeso, come l’uomo d’altronde, possono provocargli diverse patologie anche gravi. Cardiopatie, disturbi polmonari, accumulo di lipidi nel fegato, artrite, difficoltà motorie, tumori, riducono non solo le aspettative di vita del gatto ma non gli permettono di condurre una vita dignitosa, come madre natura vorrebbe.

Perché i gatti diventano obesi?

L’abitudine di lasciare sempre a disposizione del gatto un po’ di cibo, solitamente del secco, dà a questo animale – ghiotto e insaziabile qual è per natura – la possibilità di riversare la sua noia mangiando a volontà. Solitamente i gatti tendono a sapersi regolare da soli sulle quantità di cibo da ingerire, ma per alcuni risulta difficile darsi dei limiti e dunque mangiano a sproposito ingrassando.

Se per il gatto sterilizzato o castrato, a cui è normale che metta su qualche chilo in più, quindi non ci si deve preoccupare ma è bene tenere sotto controllo il suo peso per precauzione. Un altro cattivo comportamento è quello del proprietario che pur di non soffermarsi a comprendere il proprio gatto e capire come farlo dimagrire, gli riempie la ciotola del cibo per quieto vivere.

- Annuncio Pubblicitario -

Se il gatto miagola, non è perché ha sempre fame, ma potrebbe voler esprimere un suo malessere o una sua richiesta di attenzioni e affetto. Provate a giocare con lui prima prima di rimpinzarlo di cibo, e se i lamenti persistono e si fanno più insistenti, consultare il proprio veterinario.

Come far dimagrire un gatto obeso

Una delle prime cose da fare per porre rimedio al gatto obeso che continua a mettere su chili è quella di non lasciare a disposizione del cibo nella ciotola, ma di dare poche quantità, accuratamente pesate, di cibo per più volte al giorno.

Il gatto dovrà saziarsi senza ingerire troppe calorie e per farlo non dovrà passare repentinamente dall’assunzione di porzioni abbondanti di cibo secco o umido, a razioni più piccoli, ma il passaggio dovrà essere fatto gradualmente.

Per aiutare il gatto a saziarsi mangiando meno, sarà utile inumidire il cibo secco con dell’acqua, in modo tale che gonfiandosi gli riempia lo stomaco e il gatto possa mangiare meno assumendo le giuste calorie. Se il gatto è già in sovrappeso o obeso è possibile optare per una dieta più ricca di più cibo umido, più pesante e ricco d’acqua e, allo stesso tempo tempo, meno calorico rispetto alle proteine concentrate contenute nel secco.

Ma oltre la dieta il gatto obeso deve fare attività fisica. Per stimolarlo si possono acquistare dei giochi nuovi, magari che includono la possibilità di attivare la mente per trovare del cibo. Il gatto dovrà muoversi il più possibile, affinché consumi i grassi già accumulati. Se la sua tendenza ad abbuffarsi è strettamente correlata alla noia, il prendere un altro cucciolo, gatto o cane, potrebbe favorire a riattivare la sua curiosità e a sentirsi meno solo. Scelta non facile, perché tutto dipende dal carattere del proprio gatto, ma non impossibile. Il gatto ci potrebbe sorprendere.

- Annuncio Pubblicitario -

La dieta per i gatti obesi

La dieta è il fulcro principale su cui ruota il trattamento dell’obesità nel gatto. Sotto accurato consiglio veterinario è possibile somministrare dei croccantini ipocalorici per gatti che aiutano il discioglimento dei lipidi accumulati. La dieta a base di questo tipo di alimento secco deve, però, potrebbe essere limitata nel tempo o variata, per evitare che il gatto subisca delle carenze inerenti agli apporti alimentari essenziali, quali l’omega importantissimi per la pelle del gatto.

Il veterinario che seguirà il percorso anti-obesità del gatto potrà riferire i dettagli accurati della tipologia di cibi da utilizzare. Non improvvisare assolutamente diete o ricette casalinghe. I gatti sono molto delicati a livello intestinale e scombussolare la loro dieta con apporti energetici errati potrebbe generare complicazioni.

Leggi anche: È importante controllare il peso del gatto?

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!