Gatto rugginoso: ecco il felino selvatico più piccolo del mondo

Gatto rugginoso
Il gatto rugginoso è considerato il felino selvatico più piccolo del mondo e abita in India e Sri Lanka. ©YouTube

Pesa 200 volte meno del leone ma è un suo parente strettissimo: ecco chi è il gatto rugginoso, noto come il felino selvatico più piccolo del mondo.

- Annuncio Pubblicitario -

Il gatto rugginoso è considerato come il felino selvatico più piccolo del mondo ma, malgrado il suo chilo di peso per il suo mezzo metro scarso di lunghezza, condivide con i cugini più grandi molte “feroci” caratteristiche. La sua stazza è estremamente modesta (è più piccolo anche del normale gatto domestico) ma i suoi occhi, per esempio, sono ben sei volte più potenti di quelli dell’uomo e gli permettono di trovare le prede anche nella vegetazione bassa delle foreste in India e Sri Lanka dove vive.

Ecco cosa c’è da sapere sul gatto rugginoso.

Le mini-misure del gatto rugginoso

Come si è già detto il gatto rugginoso è piccolo. Nel dettaglio, le sue misure vanno dai 35 ai 48 centimetri per quanto riguarda il corpo (rispetto a una media tra i 46 e i 50 centimetri del gatto domestico) mentre la coda misura tra i 15 e i 30 centimetri e la sua altezza sfiora a malapena i 20 cm.

- Annuncio Pubblicitario -

A pelo corto, deve il suo nome al colore particolare del mantello che appare brizzolato, ma nasconde qualche macchia rossastra che nella tinta ricorda, appunto, la ruggine. Il muso e le orecchie, poi, sono arrotondate mentre le zampe hanno i gommini scuri e la coda – lunga ed estremamente sinuosa – normalmente è ancora più rossa rispetto al resto del corpo.

Dove vive il gatto rugginoso?

Questo micio selvatico – il cui nome scientifico è Prionailurus rubiginosus – vive, come si diceva, in India e Sri Lanka, dove spesso lo si incontra ai margini delle foreste. Abilissimo cacciatore, è specializzato – per ovvi motivi di dimensioni – nelle prede più piccole e come cuccia, normalmente, sceglie spazi rocciosi come le caverne.

Addomesticarlo non è impossibile – dal 2012 uno zoo di Berlino ne ospita alcuni esemplari e, chi ha avuto modo di relazionarcisi da vicino lo descrive come una bestiola giocosa ed estremamente coccolosa – ma oggi è considerato tra le speci vulnerabili quindi, per questa specie, è proibita ogni forma di commercio.

- Annuncio Pubblicitario -

Le particolarità del gatto rugginoso

Oltre ad essere il felino selvatico più piccolo del mondo, il gatto rugginoso ha anche altre caratteristiche davvero particolari. La prima è che tollera poco la compagnia dei suoi parenti di dimensioni maggiori (dai felini selvatici come, per esempio, il leone cerca di farsi vedere poco o niente) mentre, la sua seconda dote, è che tra i suoi passatempi preferiti ci sono i salti.

Il gatto rugginoso, infatti, adora saltare da un albero all’altro (per cacciare ma anche, semplicemente, per divertirsi) e preferisce vivere di notte, concedendosi – nel corso della giornata – lunghissimi periodi di riposo.

Leggi anche: Le origini del gatto, dall’antico Egitto ai giorni nostri

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.