Giornata mondiale degli animali 2018: sosteniamo i loro diritti

Giornata mondiale degli animali
La Giornata mondiale degli animali celebra i loro diritti. ©Pixabay

Il 4 ottobre, giorno di San Francesco, è la Giornata mondiale degli animali. Da nord a sud, da est ad ovest tutti uniti per dare voce ai diritti dei nostri amici (domestici o selvatici).  

- Annuncio Pubblicitario -

Oggi, 4 ottobre 2018, giornata dedicata a San Francesco, come ormai da più di 80 anni si celebra la Giornata mondiale degli animali. In questo giorno in tutto il mondo si celebrano i diritti degli animali, domestici o selvatici che siano, ma come è nata questa idea? E come possiamo contribuire nel nostro piccolo a questa nobile causa? 

L’origine della Giornata mondiale degli animali

Non è un caso se la Giornata mondiale degli animali cada proprio lo stesso giorno di San Fracesco d’Assisi, patrono d’Italia e protettore proprio degli animali. Questa celebrazione è stata introdotta nel 1929 a Vienna, ma instaurata ufficialmente a Firenze nel 1931 e ha lo scopo di celebrare gli animali, i loro diritti, il loro ruolo nella società e nella vita dell’uomo, ma soprattutto vuole ricordarci che bisogna salvaguardare le specie in via d’estinzione.

I diritti degli animali 

La causa animale sembra avere sempre più peso nella società odierna, basta guardare all’interesse che i politici portano ai loro diritti. Per quanto in alcuni casi rimangano purtroppo solo parole, anche il solo fatto di portare all’attenzione dell’opinione pubblica è già un passo importante. Ma è possibile ricercare un’origine di questa nobile causa? 

- Annuncio Pubblicitario -

Nel 1975, il giovane filosofo australiano Peter Singer pubblicava Animal Liberation (Liberazione animale), un saggio di etica rigoroso ritenuto tra i testi fondatori della causa animale. Nel bel mezzo degli anni ’70, in un periodo storico segnato dalle lotte antirazziste e femministe, Singer propose di aggiungere la liberazione animale all’agenda dell’emancipazione umana. Oggi, a più di 40 anni di distanza siamo uniti e celebriamo insieme questa giornata per spingere il genere umano ad una presa di coscienza per riuscire render comprensibili a tutti le parole di Papa Luciani: 

«Uomo, vegetali, animali siamo tutti nella stessa barca; non si tocca l’uno senza che a lungo andare non si danneggi l’altro» e l’essere umano non si trova al di sopra di tutto, ma fa parte della grande, immensa e (quasi) perfetta Natura. 

Gli eventi per la Giornata mondiale degli animali 2018

Per celebrare la Giornata mondiale degli animali 2018 in tutto il mondo ci sono eventi in cui si benedicono gli animali (in chiese, sinagoghe, ecc.) e se ne difendono i diritti. Anche in Italia non mancano manifestazioni in linea con questo tema, in particolare al Bioparco di Sicilia con qualche giorno di ritardo (il 7 ottobre) si proporrà una giornata di festa dedicata agli animali, con cicli di conferenze sul rapporto tra padroni ed animali di compagnia, Pet therapy, equilibrio ambientale e chi più ne ha più ne metta. Anche a Trieste si propongono una serie di eventi che spaziano dall’attività cinofila alle benedizione degli animali ad opera della parrocchia di San Giacomo. 

- Annuncio Pubblicitario -

Anche l’Enpa festeggia in ritardo: il 6 e il 7 ottobre al grido di «Gli animali sono sempre accanto a te!» in tante piazze d’Italia sarà possibile incontrare i volontari di quest’associazione e scoprire tutto ciò che avete sempre voluto sapere sull’Ente Nazionale Protezione Animali.

Leggi anche: Giornata Internazionale della nonviolenza: cosa evitare con il cane

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.