Il cane perde il pelo: perché?

il cane perde il pelo
Cosa fare se il cane perde il pelo. © Abbie Love – Unsplash

Il cane perde il pelo? Ecco quali sono i principali motivi per cui questo avviene e i consigli per far fronte a questo disturbo. 

- Annuncio Pubblicitario -

Se il cane perde il pelo le ragioni possono essere diverse e non sempre di natura patologica. In questo articolo parliamo delle cause di questo disturbo, di come e quando spazzolare Fido, di quali sono le patologie legate alla caduta dei peli nel cane e i gesti da mettere in atto se ciò avviene. 

Quando il cane perde il pelo? 

Di norma il cane perde il pelo nel suo periodo di muta, cioè in quelle due volte all’anno, in primavera e in autunno, in cui Fido cambia mantello. I peli sul corpo di Fido non sono tutti uguali, alcuni sono lunghi, altri più corti e tutti insieme formano il mantello che scalda e protegge contro le aggressioni dell’ambiente. 

Perdita di pelo nel cane: le patologie possibili

La caduta dei peli può però essere causata da una malattia o da uno squilibrio dell’organismo. Questa caduta può essere locale o colpire tutto il corpo, a seconda della patologia. I parassiti esterni come pulci, zecche, pappataci, ecc. provocano direttamente o indirettamente (il cane si gratta) la caduta dei peli. La pelle scoperta dal pelo si presente rossa, screpolata e in alcuni casi con delle croste, in altri infetta. 

Se il cane perde il pelo potrebbe anche soffrire di problemi ormonali. Se si sospetta questo tipo di problema rivolgersi al veterinario perché in questo caso Fido avrà bisogno di cure specifiche a seconda della disfunzione. 

- Annuncio Pubblicitario -

Cosa fare se il cane perde il pelo? 

Se il cane perde il pelo al di fuori del suo periodo di muta, potrebbe esserci un problema. Il primo gesto da mettere in atto è recarsi dal veterinario che saprà ritrovare la causa di questa perdita di pelo. Di solito, quando la perdita è circoscritta ad una determinata area si parla, esattamente come per il gatto, di alopecia, un sintomo che può avere diverse cause: fungine, parassitarie, batteriche, (in alcune razze) genetiche o ormonali.

Si possono anche mettere in atto una serie di accortezze per aiutare Fido a contrastare questo disturbo: idratare il cane nelle zone in cui non c’è il pelo ed evitare che si gratti o morda nella zona per scongiurare il rischio di infezione. È possibile anche integrare la dieta del cane con degli integratori a base di omega-3 che aiutano a lenire la pelle screpolata. 

Aiutare Fido durante la muta: come spazzolare il cane?

La durata della muta del cane varia a seconda dell’esemplare e va da qualche settimana a qualche mese. Per aiutare Fido si consiglia di spazzolarlo quotidianamente, o settimanalmente se il pelo non è molto lungo,con una spazzola apposita. In questo modo si elimineranno i peli morti stimolando la circolazione sanguigna nella pelle e facilitando la crescita di nuovi peli.

Per prima cosa rivolgersi al proprio commerciante di fiducia per farsi consigliare sul tipo di spazzola da utilizzare a seconda della lunghezza del pelo del cane.
Trovato la spazzola giusta si passa allo spazzolare: il mantello di Fido va spazzolato partendo dalla testa e proseguendo fino alla coda passando sul tutto il corpo. Successivamente andranno spazzolate le zampe. Laddove il pelo tende ad aggrovigliarsi di più è importante insistere, ma con delicatezza per evitare di far male all’animale.

- Annuncio Pubblicitario -

Attenzione: È importante tenere a mente che Fido non dev’essere mai e poi mai spazzolato in contropelo.
Nei cani a pelo molto lungo si può passare prima un pettine per districare e in seguito una spazzola. Per aiutare Fido a familiarizzare con il momento della spazzolata quotidiano possiamo premiare la sua pazienza con un biscotto.

Leggi anche: Come varia in base alla razza il pelo del cane?

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.