In aereo con il cane: a bordo o in stiva?

In aereo con il cane
Nonostante il pensiero comune, viaggiare nella stiva di un aereo non è pericoloso per i cani © Shutterstock.com

Per viaggiare in aereo con il cane devi fare una scelta: lasciare il tuo cucciolo in stiva, oppure portarlo con te in cabina. Ognuna delle due ipotesi ha i suoi pro e contro, ma tutto dipende sempre dal tuo animale domestico.

- Annuncio Pubblicitario -

Viaggiare in aereo con il cane, a volte, è l’unico metodo possibile per ricoprire lunghe distanze in poco tempo, come ad esempio quando si partecipa ad una gara per cani di razza dall’altra parte d’Europa (o del mondo). Per fortuna, le compagnie aeree che accettano cani sono molteplici, ma bisogna sempre informarsi in tempo prima di prenotare un biglietto. Compagnie low cost come Ryanair non consentono il trasporto di cani in aereo, fatta eccezione per i cani guida (ma soltanto su alcuni voli). Naturalmente, non esistono regole universali valide per tutte le compagnie aeree, ma ognuna ha le proprie: alcune accettano anche cani a bordo, mentre altri soltanto cani in stiva con i bagagli. In ogni caso, prima di partire, è necessario prendere alcune importanti accortezze, per viaggiare in aereo con il cane in tutta tranquillità e sicurezza.

Cani a bordo in aereo: quando è consentito il viaggio in cabina

Come già detto in precedenza, i cani possono viaggiare in aereo, ma rispettando alcune condizioni. Il trasporto dei cani in aereo, in cabina, è ammesso soltanto se questi non superano gli 8 kg di peso (10 kg in alcuni casi, come per i voli Alitalia). Inoltre bisogna utilizzare l’apposito trasportino per cane in aereo, le cui dimensioni non sono standard, ma cambiano da compagnia a compagnia. Se il cane non è abituato a viaggiare dentro un trasportino (chiamato anche kennel), è necessario fare delle prove nei giorni antecedenti al volo, in modo che non si innervosisca.

In aereo con il cane
Il trasportino è obbligatorio durante i viaggi in aereo, tranne per i cani guida © Shutterstock.com

Il trasportino dovrà essere ben areato, non rigido, con un fondo impermeabile e dovrà consentire al cane di alzarsi, girarsi e sdraiarsi comodamente. All’interno del trasportino del cane in aereo, non dovrà essere presente né il guinzaglio né la museruola. Ogni trasportino può contenere al massimo un cane, il quale deve essere già dentro al momento dell’imbarco. Ricordarsi sempre di portare cibo e acqua per i voli piuttosto lunghi (il cane non deve mangiare nelle sei ore antecedenti il volo). Il peso del trasportino è compreso negli 8/10 kg da non superare, per evitare qualche multa o il trasferimento in stiva. I cani guida per non vedenti possono invece accedere alla cabina, anche senza trasportino, ma con obbligo di museruola e guinzaglio.

- Annuncio Pubblicitario -

Cani in stiva: viaggio pericoloso oppure no?

Quando si vuole viaggiare in aereo con il cane, soprattutto se si parla di cani di taglia media o grande, l’unica soluzione accettata dalle compagnie è quella del viaggio in stiva. Le notizie riguardanti i cani morti nella stiva dell’aereo, provocano sempre molta preoccupazione nei viaggiatori, ma la stiva non è una trappola mortale e, molti cani superano il viaggio senza troppi problemi. In generale il trasporto dei cani in aereo, in stiva, è consentito per gli animali che superano gli 8/10 kg, fino ad un massimo di 75 kg.

Nonostante il trasportino del cane viene considerato come un bagaglio, i cani in stiva possono viaggiare tranquilli, perché anche la stiva è depressurizzata e anche areata, proprio per accogliere gli amici a quattro zampe. Anche i cani in aereo soffrono il viaggio, possono diventare nervosi o impauriti (soprattutto se sono ancora dei cuccioli), ma questo non accade a tutti. In ogni caso bisogna sempre informare sia la compagnia, sia gli assistenti di volo, in modo che sappiano che in cabina sta viaggiando un cane. Questi si occuperanno di controllare che il cane stia bene e se ha bisogno d’acqua (soprattutto durante gli scali).

Cosa sapere prima di viaggiare in aereo con il cane

Solitamente, sugli aerei è consentito un massimo di due cani a bordo, sia che si trovino in cabina o in stiva. È quindi sempre meglio informarsi per tempo (chiamando la compagnia aerea) prima di prenotare il volo. Ma quanto costa portare un cane in aereo? Anche in questo caso, dipende dalla compagnia aerea. Il trasporto cani in aereo su Alitalia, ad esempio, parte da un prezzo di 40 € per i voli nazionali, fino ad un massimo di 250 € (in cabina) e 200 € (in stiva) per i voli intercontinentali.

- Annuncio Pubblicitario -
in aereo con il cane
Senza i documenti in regola, il cane non potrà viaggiare in aereo (nemmeno in stiva) © Shutterstock.com

Come per i viaggi in nave, in auto o in treno, per viaggiare in aereo con il cane non bisogna mai dimenticare i suoi documenti. Si tratta in particolare del passaporto canino, libretto delle recenti vaccinazioni (soprattutto per l’antirabbica), microchip e attestato di iscrizione all’Anagrafe Canina. Alcuni paesi hanno alcune norme particolari (il trasporto di cani in aereo è vietato nel Regno Unito e in Irlanda), quindi controllare bene le possibili restrizioni nel paese di arrivo. Infine, prima di ogni viaggio, è sempre meglio far fare un controllo dal veterinario, per assicurarsi che il proprio amico a quattro zampe sia in perfetta salute e pronto per il decollo. Buon viaggio.

Leggi anche: L’equipaggio di un aereo fa un gesto bellissimo per un cane

Cresciuto in un piccolo paesino siciliano, sono stato un amante dei cani (e degli animali in generale) sin dalla più tenera età. Che siano di razza, incroci o “semplici” meticci, questi amici a quattro zampe riescono a cambiarti la vita e renderla migliore giorno dopo giorno.