Lacrimazione occhi cane: cosa fare e quando preoccuparsi

Lacrimazione occhi cane
Cosa fare quando la lacrimazione degli occhi del cane è eccessiva? Ecco alcuni consigli. © Pixabay

L’occhio produce naturalmente la lacrima per idratarsi. L’aumento di queste secrezioni può, tuttavia, essere sintomo di un disagio dell’animale. Scopri tutti i segreti sulla lacrimazione degli occhi del cane.

- Annuncio Pubblicitario -

La lacrimazione degli occhi del cane può indicare un sintomo di una patologia più o meno grave o essere un segnale del buon funzionamento fisiologico dell’occhio del cane. In particolare, se si nota che una lacrimazione costante e accompagnata da occhi rossi e si protrae nel tempo, è sempre meglio far controllare il cane da un veterinario.

Perché al cane lacrimano gli occhi?

Nell’occhio del cane si trovano due punti lacrimali importanti: la ghiandola lacrimale e la terza palpebra, detta anche ghiandola nittitante. Entrambe queste ghiandole hanno la funzione di produrre il liquido lacrimale, il quale, a sua volta, ha il compito di umettare e proteggere la cornea.

In condizioni ottimali, il cane tende a lacrimare a causa di un cambiamento climatico o perché è penetrato un corpo estraneo nell’occhio o dello sporco (ad esempio della polvere). In questi casi non vi è nulla da fare o da preoccuparsi. Si tratta di una reazione fisiologica normale dell’organismo di questo animale domestico.

Un padrone di un cane, invece, fa bene a portare il proprio amico a quattro zampe dal veterinario quando gli occhi dell’animale lacrimano eccessivamente, costante e intralcia la normale routine quotidiana di Fido.

Al mio cane lacrimano gli occhi! Quali sono le cause?

Gli occhi che lacrimano nel cane, o epifora, può essere causata da una serie di patologie oculari che possono colpire l’animale. Le lesioni della palpebra o della cornea, la congiuntivite, l’ostruzione dei dotti lacrimali, la blefarite, le ulcere o disturbi più gravi come un tumore dell’occhio sono alcune delle ipotesi patologiche diagnosticabili.

Dopo un’attenta osservazione del cane e dopo l’esame del liquido lacrimale che fuoriesce dagli occhi – solitamente si effettua un test di permeabilità con fluoresceina – il veterinario può fare la sua diagnosi e valutare le possibilità di cura. Ad esempio, se le lacrime hanno un colore scuro, è probabile che i condotti lacrimali del cane siano ostruiti, e dunque ci si adopererà di conseguenza per liberarli.

- Annuncio Pubblicitario -

L’epifora è solito essere un disturbo tipico dei barboncini o maltesi con pelo bianco, i quali, a livello estetico, presentano sul manto attorno agli occhi delle macchie da lacrimazione marroni. Queste macchie marroni sotto gli occhi del cane possono essere rimosse in fase di toelettatura con dei prodotti specifici.

I rimedi per la lacrimazione degli occhi del cane

In linea generale per i disturbi inerenti la lacrimazione del cane vengono prescritti dei colliri, o, in casi specifici, può essere deciso di sottoporre l’animale ad un intervento chirurgico.

Nei casi in cui è solo un occhio a lacrimare eccessivamente è possibile che si tratti di un’infezione di origine virale o batterica per cui, in via preventiva, potrebbe essere curato anche l’altro occhio sano.

La pulizia degli occhi del cane è dunque un fattore importantissimo e imprescindibile per prevenire l’insorgere di recidive o complicazioni. Essa può essere fatta con rimedi naturali come impacchi di camomilla o utilizzando salviette umide specifiche o altri prodotti.

Prevenzione

Per prevenire che il cane venga esposto in ambienti o situazioni in cui possono insorgere problemi agli occhi è bene fare attenzione a ciò con cui il cane viene in contatto. Usare prodotti solo sotto stretto consiglio del veterinario.

Proteggere il cane in presenza di ambienti polverosi o di sostanze irritanti con cui può venire a contatto durante le sue passeggiate. Se si è soliti tagliare il pelo al cane attorno agli occhi, farlo con cautela. In alcuni casi è consigliato farsi aiutare da un toelettatore professionista. Importante è accertarsi che i peli non vengano in contatto con l’occhio.

- Annuncio Pubblicitario -

Spesso la lacrimazione degli occhi nel cane ha origine allergica e può essere necessario cambiare l’alimentazione del nostro amico a quattro zampe. In tali casi un consulto da un veterinario nutrizionista può essere d’aiuto per non compromettere lo stato di salute del cane.

Fare molta attenzione anche durante l’applicazione degli antiparassitari e durante la pulizia del mantello, o toelettatura. Da non sottovalutare la condizione di assenza di lacrimazione nel cane, ossia l’occhio secco correlato ad altre condizioni di salute del cane che è bene curare.

Per la salute del proprio cane meglio affidarsi ad un veterinario. In modo particolare se ad essere colpiti sono gli occhi, meglio non prendere iniziative credendo di saper risolvere la situazione. Si potrebbe rischiare di peggiorare la situazione.

Leggi anche: Come pulire gli occhi al cane: tutto quello che c’è da sapere

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!