Metrite cane: cause, sintomi e rimedi

metrite cane
La metrite del cane merita un’attenzione particolare, per evitare conseguenze più serie. © Pixabay

La metrite nel cane è un disturbo che può provenire da un accoppiamento o in seguito ad un particolare tipo di parto. In ogni caso, questa patologia della cagna merita una particolare attenzione perché può portare all’asportazione dell’utero.

- Annuncio Pubblicitario -

La metrite del cane può colpire le femmine e rivelarsi un disturbo molto fastidioso e, se trascurato, può portare a conseguenze piuttosto serie. Interessa l’utero e si manifesta soprattutto quando il cane è in età fertile e si accoppia.

Non bisogna mai sottovalutare la metrite del cane, se si vuole un animale in salute, senza disturbi, che pur risolvibili possono diventare in breve tempo preoccupanti. Consultate il vostro veterinario, che saprà indicarvi la giusta terapia per risolvere il problema.

Cos’è la metrite del cane?

La metrite del cane è un’infiammazione di tipo batterico che interessa l’endometrio dell’utero. Può presentarsi sotto forma di grande fastidio dopo pochi giorni da un parto, da un accoppiamento, un aborto, o un’inseminazione artificiale non adeguatamente sterile.

Si può risolvere, soprattutto se diagnosticata tempestivamente, anche se a volte il trattamento può rivelarsi piuttosto impegnativo per l’animale. Il batterio che di solito causa la metrite nel cane è quello dell’Escherichia coli, che crea infiammazione e si diffonde nel sangue, causando a volte danni ancora maggiori. Ecco perché è importante che il cane venga curato nel miglior modo possibile, ma soprattutto sottoposto ai necessari controlli dopo un parto.

Sintomi della metrite del cane

Tra i sintomi della metrite del cane c’è la perdita di muco maleodorante dagli organi genitali, che può essere anche accompagnato da piccole perdite di sangue. Inoltre l’addome si presenta gonfio e dolorante e può esserci scarsità di latte nelle mammelle.

Le mucose, poi, appaiono rosse e infiammate e il cane si dimostra inappetente e svogliato, con qualche linea di febbre. In generale, lo stato fisico appare più affaticato rispetto a quello di una cagnolona sana che ha appena partorito e anche i cuccioli sembrano attaccarsi meno, proprio per via della scarsità di latte.

- Annuncio Pubblicitario -

Ci sono molti casi, però, in cui la metrite del cane si presenta in maniera asintomatica, quindi difficilissima da diagnosticare se non grazie ai controlli post parto. In mancanza di essi, può passare inosservata ed essere scoperta solo quando la cagna, alla monta successiva, non riesce ad essere fecondata.

Terapia della metrite

La terapia per risolvere la metrite non è sempre semplicissima. Essendo un’infezione richiede, oltre a una diagnosi tempestiva che faccia in modo che non si estenda troppo, la somministrazione di antibiotici e antinfiammatori.

A volte, però, i medicinali non bastano a risolvere il problema, che se provocato da un aborto spontaneo, deve essere trattato con la rimozione del feto dall’utero e somministrano farmaci che favoriscano le contrazioni uterine.

Un altro modo previsto per curare la metrite del cane è la sterilizzazione. Se le condizioni di salute generali dell’animale lo permettono, un’operazione di questo tipo è la soluzione più adatta per evitare che il disturbo si trasformi con il tempo in qualcosa di più serio.

Metrite post partum del cane

La metrite post partum è l’infiammazione batterica che colpisce il cane dopo il parto. Può accadere che l’animale presenti del residuo placentare non espulso, che nel giro di una settimana provoca il disturbo.

In questo caso sarà necessario controllare l’utero attraverso esami ecografici, per mettere in evidenza eventuali scarti all’interno e sottoporre l’animale ad una terapia antibiotica endovena. In questo caso i cuccioli dovranno essere allattati manualmente con latte artificiale, per evitare che i medicinali entrino nel loro organismo.

- Annuncio Pubblicitario -

Di solito, basta poi stimolare le contrazioni in maniera farmacologica per far sì che il cane espelli i residui di placenta, ma il tutto dovrà essere eseguito a livello ambulatoriale, in modo che avvenga in ambiente sterile. Sarà quindi necessario il ricovero dell’animale.

Anche in questo caso è prevista la sterilizzazione come soluzione definitiva alla metrite, soprattutto se questa è in stato avanzato, per evitare che l’infezione si propaghi o si ripresenti in una eventuale successiva gravidanza.

Mai trascurare la metrite del cane, soprattutto se i sintomi sono evidenti, perché può diventare cronica e portare anche alla morte dell’animale, nei casi più gravi.

Leggi anche: Perdite di sangue nel cane femmina

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.