Scegliere il miglior cibo per cani

miglior cibo per cani
Per scegliere il miglior cibo per cani è bene sapersi orientare tra cibo secco, cibo umido e cibo per cani fatto in casa. Ecco qualche consiglio su cosa dare da mangiare al cane. ©Pixabay

Patè, crocchette, umido… di tipi ce ne sono diversi ma quale di questi si può aggiudicare la medaglia d’oro come miglior cibo per cani? Leggi il nostro articolo e scoprilo!

- Annuncio Pubblicitario -

Tra cibo secco, cibo umido e cibo per cani fatto in casa c’è solo l’imbarazzo della scelta. Ecco qualche consiglio per scegliere il miglior cibo per cani o, quantomeno, il più adatto alle esigenze del nostro amico a quattrozampe ricordando sempre che una corretta alimentazione è indispensabile per la salute di Fido e che il veterinario potrà consigliare la dieta più indicata a seconda della situazione specifica consigliando, eventualmente, eventuali integrazioni (tra sali minerali e integratori alimentari ad hoc).

Cosa dare da mangiare al cane?

La salute del nostro fedele compagno di avventure passa – necessariamente – anche per la sua ciotola del mangime. Una corretta alimentazione, infatti, è indispensabile a tutte le età e in ogni momento dell’anno ma per decidere cosa dare da mangiare al cane è importante, prima di tutto, capire quali sono le esigenze specifiche del nostro pelosetto considerando la sua età, la sua taglia e le sue abitudini di ogni giorno.

Per questo bisogna partire dalla considerazione che non tutti i cani sono uguali (ciascuno di loro, è chiaro, ha le sue esigenze e anche i suoi gusti personali!) e che, per far fronte al – legittimo – spaesamento che provano i neo-proprietari di fronte alla vasta scelta di alimenti per cani, è bene imparare a conoscere il nostro animale fin da subito. Il suggerimento per riuscirci al meglio è, oltre a quello di osservare le preferenze e i comportamenti del nostro amico all’ora dei pasti, quello di chiedere aiuto a un veterinario che potrà indirizzare verso le scelte più indicate a seconda del caso specifico.

Cibo per cani fatto in casa

Detto questo per scegliere il miglior cibo per cani, la prima possibilità – per chi lo desidera – è quella di orientarsi verso il cibo per cani fatto in casa. Se il tempo a disposizione lo permette, quindi, via libera a un’alimentazione casereccia che, comunque, dovrà essere concordata con il veterinario per essere sicuri che al nostro amico a quattrozampe non manchino i nutrimenti fondamentali. Le possibilità, in questo caso, sono numerosissime.

- Annuncio Pubblicitario -

Il primo luogo è bene che alla dieta casalinga non manchino carne e pesce (che dovranno essere proposti rigorosamente cotti) a cui sarà necessario aggiungere verdure come patate, carote o broccoli (anche questi cotti, meglio se a vapore, e poi sminuzzati o frullati per amalgamarsi con il resto del pasto). Anche pasta e riso potranno essere accostati alla carne a patto che siano molto cotti (per consentire la gelatinizzazione dell’amido che risulterà maggiormente digeribile e quindi più facilmente assorbito a livello intestinale) così come le uova che – da proporre con moderazione – si dovranno proporre esclusivamente cotte. Il guscio d’uovo può essere utilizzato come integratore di Calcio (molto importante nel cucciolo in crescita o in gravidanza). Il guscio d’uovo deve essere preventivamente sottoposto a trattamento termico in forno (circa dieci/quindici minuti a 150/170 gradi) per poter eliminare la carica microbica presente e questo tipo di integrazione deve essere concordata con il medico veterinario poiché un eccesso di sali minerali può essere controproducente al pari di un deficit.

E per quanto riguarda gli snack? Largo a fettine di mele (che potranno essere essiccate o fresche) e a ossa di bovino, utili per favorire la pulizia dei denti.

Cibo secco e cibo umido: quali sono i vantaggi?

Se, invece, il tempo o le preferenze spingono i padroni a optare per una dieta a base di mangime per cani pronto, sarà bene conoscere in anticipo quali sono le peculiarità del cibo secco e del cibo umido ricordando che, comunque, esistono in commercio vari prodotti che saranno da prediligere (o, al contrario, da scartare) a seconda della taglia, dell’età e delle abitudini quotidiane del nostro amico a quattozampe.

Detto questo, in ogni caso, è bene sapere che il cibo secco per cani, per esempio, ha l’indubbio vantaggio di essere estremamente sostenibile sia in termini di praticità e comodità sia dal punto di vista strettamente economico. Però il cibo umido, da parte sua, generalmente incontra i gusti alimentari del nostro amico a quattrozampe con maggior facilità e immediatezza. Se la scelta si orienta verso questi alimenti, comunque, la prima cosa da fare leggere con estrema attenzione l’etichetta del prodotto che si sta scegliendo e, la seconda, è chiedere una consulenza al veterinario per capire se si tratta davvero della scelta migliore tra le numerosissime, possibilità offerte dal variegato mercato alimentare riservato ai pets.

- Annuncio Pubblicitario -

Testo revisionato dal Medico Veterinario Mariagrazia Poletto.

Leggi anche: Se il cane non mangia forse dovreste porvi queste 8 domande

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.