News :
wamiz-v3_1

TEST: Che razza di cane fa per te?🐶🐶

Pubblicità

Aiuta il cane a partorire ma si rende conto che sono cuccioli di gatto!

cagnolina corgi incinta
© Shutterstock

Una cucciolata incredibile che resterà negli annali. Siamo di fronte alla prova che niente è veramente impossibile. Questa storia vi lascerà a bocca aperta. 

Di Anna Paola Bellini, 01 apr 2019

Un miracolo della natura. Ecco a cosa ha assistito Mark a Brisbane, in Australia. Tutto è cominciato quando la sua cagnolina Bella, una Corgi di due anni, è rimasta incinta. Una bellissima notizia per l’uomo e la sua famiglia, soprattutto quando si sono fatte avanti più persone per richiederne l’adozione. 

Un parto indimenticabile 

Il tempo passa e la gravidanza prosegue senza nessun problema. La futura mamma è in forma e tutto è pronto ad accogliere i cuccioli e a prendersi cura di loro. Il 12 febbraio scorso, Mark si rende conto che la situazione sta cambiando e che la cagnolina sta per dare la vita ad una meravigliosa cucciolata. Decide, quindi, di restarle vicino per verificare che tutto vada per il meglio per il primo parto della cagnolina

Ma qualcosa non va come previsto: il primo cucciolo nato sembra un gattino. Attonito, Mark decide di continuare a seguire il parto – probabilmente la stanchezza gli sta facendo qualche brutto scherzo. Bella, sembra invece cavarsela alla grande e continua con tranquillità a dar luce a i suoi piccoli. A questo punto, dato che tutto stava filando liscio decide di riposarsi. 

Un cane che partorisce dei gatti

Dopo qualche ora di riposo Mark si avvicina a Bella per vedere come sta e non può credere ai suoi occhi: la cagnolina ha partorito due gatti! Sconvolto da questo evento chiama immediatamente il veterinario che si dice altrettanto sconvolto
Facendo qualche ricerca, Mark scopre una storia molto simile di un American Shorthair di 3 anni che ha dato alla luce un cucciolo di cane. 
Oggi, ormai famoso nella sua città, l’uomo ha deciso di tenere con sé i gatti e di creare un account Instagram per raccontare ogni giorno le loro avventure.

Vi è piaciuta questa storia? Vi ha lasciato di stucco? Bene! Siete caduti nella rete del nostro…Pesce d’Aprile!!!