Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Gatta sparita per 9 anni torna a casa per un ultimo addio

Gatta-nera-bianca-seduta cat-sad
© Facebook @RSPCA Cymru

È la storia incredibile di Babsy, la gatta nera e bianca che viene ritrovata dopo ben 9 anni, giusto per dare un ultimo saluto alla sua famiglia.

Di Coryse Farina

Pubblicato il 08/04/19, 17:18, aggiornato il 19/12/19, 16:46

Si chiama Babsy la gatta di 20 anni ritrovata a circa 8 chilometri da casa, dopo ben 9 anni di vagabondaggio. Ormai anziana e completamente cieca, viene portata in salvo dal RSPCA Rescue Center (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals), un ente di beneficenza che opera nel Galles e in Inghilterra con lo scopo di aiutare, guarire e salvare animali maltrattati o abbandonati per strada.

Babsy torna dalla famiglia

Nessuno sa cosa Babsy abbia fatto per 9 lunghi anni, quello che è certo però è che l’addetta al ritrovamento di animali del centro di soccorso, Gemma Cooper, non riusciva a credere ai suoi occhi. 
Inserendo il codice del microchip e le caratteristiche di Babsy sul database dei felini del centro, è riuscita a identificare la gatta. Grazie alle informazioni presenti, in men che non si dica e con molta facilità, è riuscita a risalire al vecchio padrone della gatta.

A ricevere la telefonata fortunata è stato Mike Marshall. L’uomo aveva ormai da tempo perso tutte le speranze quindi, non può che rimanere letteralmente spiazzato e sorpreso dal ritrovamento. Senza esitare un attimo, sfreccia verso il centro di soccorso animale che ospita Babsy e, dopo tanto tempo, ritrova la sua fidata micia.

L'incontro tra Babsy e il suo padrone

L’incontro è estremamente emozionante sia per i protagonisti della vicenda che per tutti i presenti. La gatta, infatti, riconosce immediatamente l’uomo e inizia a fare le fusa con entusiasmo. Mike, commosso, la prende tra le braccia e la coccola amorevolmente.

Purtroppo però, le condizioni del felino erano molto gravi. A nulla sono servite le visite veterinarie che Mike ha insistito a farle fare e, poco tempo dopo, i medici gli hanno consigliato di fare l’eutanasia. Anche se il ricongiungimento è durato poco, Babsy ha comunque avuto la fortuna di salutare ancora una volta chi l’ha amata per tanto tempo.

 

Sniff ?? - this is an emotional one. But a story that really shows the importance of microchipping. This is the story...

Posted by RSPCA Cymru on Monday, March 25, 2019