News :
wamiz-v3_1

È morto Grumpy Cat 😭😭😭

Il gatto di Assange è al sicuro: lo conferma WikiLeaks (Video)

gattino-sdraiato
© Twitter @embassycat

WikiLeaks annuncia che il gatto di Julian Assange, James, sta bene ed è al sicuro. Insieme al messaggio compare anche un video su Twitter.

Di Nina Segatori Pubblicato il 16 apr 2019

Un tweet dal profilo ufficiale di WikiLeaks conferma ciò che i media di tutto il mondo si stavano domandando: il gatto di Julian Assange sta bene. Insieme al comunicato è stato postato anche un video che riprende il felino mentre guarda intento lo schermo di una tv che riproduce il momento in cui il padrone è stato arrestato.

Il messaggio

«Possiamo confermare che il gatto di Assange è al sicuro. Assange ha chiesto ai suoi avvocati di salvarlo dalle minacce dell’ambasciata a metà ottobre. Saranno riuniti in libertà. #FreeAssange #NoExtradition». Queste le parole riportate nel messaggio online, che mette fine finalmente alla preoccupazione di tutti gli amanti degli animali, che si domandavano che fine avesse fatto il gatto di Assange.

E così, mentre Assange, rischia fino a 12 anni di carcere per non aver pagato una cauzione stabilita nel 2012 dal tribunale per Westminster per un fatto passato, il suo gatto lo aspetta al sicuro.

Assange e il suo gatto

Il gatto James era stato donato all'uomo dai suoi figli nel 2016, come da lui stesso ammesso in un'intervista, per fargli compagnia e aiutarlo a sopravvivere all'isolamento nell'Ambasciata ecuadoriana a Londra. Anche James è ecuadoriano e quando è morto Fidel Castro, il gatto ha preso il nomignolo di Cat-Stro.

In molti si sono domandati che fine avrebbe fatto dopo l'arresto di Assange, perché oltre ad avere più di 32 mila follower su Twitter, è conosciuto in tutto il mondo per essere stato fotografato in cravattino mentre guardava la strada da una delle finestre dell'Ambasciata. Non c'è da preoccuparsi per la sua sorte, quindi, anche perché non sono mancate le richieste di adozione, prima fra tutte quella dello scrittore James Ball.