News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Trovano una borsa con un gattino, ma dentro c'è molto di più

borsa leopardata
© Facebook @Tierheim Kaiserslautern

Una gattina abbandonata in una borsa davanti a un rifugio non era sola. Quando hanno aperto la coperta che l'avvolgeva hanno trovato una cosa inaspettata.

Di Nina Segatori , 22 apr 2019

La storia pubblicata sui social da un volontario del rifugio per animali ha scatenato un'indignazione generale per quello che è accaduto. Davanti all'ingresso del centro è stata ritrovata una borsa con all'interno una gattina e un biglietto: l'animale era incinta e stava per partorire.

La borsa misteriosa

A metà aprile, un dipendente del Tierheim Kaiserslautern, un rifugio per animali, ha trovato una borsa leopardata davanti alla porta, avvolta in una coperta. Dentro c'era una gattina, ma questo non aveva affatto stupito l'uomo, abituato a certi tipi di ritrovamenti.

Accade spesso, infatti, che gli animali vengano abbandonati proprio davanti al cancello di canili e rifugi, ma quello che poi ha scoperto nella borsa lo ha lasciato stupefatto. Lo stupore ha lasciato ben presto spazio all'indignazione nei confronti di chi aveva abbandonato quella gattina.

La brutta sorpresa

La micietta, di nome Betty, non è sola nella borsa. Accanto a lei c'è un biglietto scritto a mano in inglese:

«per favore aiuto! Ha bisogno di aiuto! C'è un gattino! Ha bisogno di un'operazione! C'è un gattino nella pancia! Per favore aiutatela! Il suo nome è Betty».

Era incinta e stava per partorire, così è stata immediatamente portata dal veterinario e operata. Il cucciolo, che è rimasto sicuramente nel canale del parto per troppo tempo, è stato tirato fuori ormai morto. Per fortuna la gattina aspettava solo un micetto.

Oltre alla rabbia, però, il primo pensiero è stato per mamma gatta: bisognava assicurarsi che, nonostante il drammatico incidente, non si verificasse alcuna infezione. Il post è stato commentato e condiviso centinaia di volte, tra chi era felice per la gattina e chi indignato per l'accaduto.

Alcuni hanno sottolineato il prezzo troppo alto dei servizi veterinari che può indurre le persone più povere a fare cose del genere. Su una cosa erano, però, tutti d'accordo: il rifugio si è comportato eroicamente.