News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Un escursionista scompare, la reazione del suo cane è commovente

cane dietro alberi © Facebook @Pierce County Sheriff's Department

Un cane e il suo padrone sono partiti per un'escursione, ma quando l'uomo è scomparso nel nulla ad aiutare i soccorsi ci ha pensato l'animale e la sua reazione è stata commovente.

Di Nina Segatori, 2 mag 2019

Un escursionista di 64 anni di Eatonville è partito per una passeggiata con il suo cagnolino di famiglia, Daisy. Sfortunatamente, l'uomo è morto mentre camminava in una zona molto remota, senza che nessuno sappesse dove si trovasse. La reazione del cane è stata inaspettata e commovente.

La richiesta d'aiuto della moglie

Visto che l'escursionista non era tornato a casa ed ormai si era fatta notte, sua moglie ha telefonato alle forze dell'ordine, per denunciarne la scomparsa. L'uomo non aveva lasciato alcun biglietto o lasciato detto dove intendesse andare a camminare, ma la mancanza di indizi non ha scoraggiato le squadre di ricerca e soccorso. Sua moglie sapeva che aveva recentemente studiato le mappe del percorso sul computer di casa e quando è andata a controllare, ha trovato i dettagli delle ricerche nella zona di Evans Creek.

Le ricerche

Una volta giorno, le squadre di soccorso insieme ai colleghi dell'ufficio dello sceriffo della contea di Pierce, hanno cominciato a cercare nella zona di Evans Creek. Quando hanno controllato i registri telefonici degli escursionisti, hanno notato che l'uomo aveva usato il suo cellulare nella posizione di Alder Lake, quindi le squadre di ricerca si sono radunate tutte lì. Ed è stato allora che hanno localizzato un camion che aveva guidato su un argine lungo la Mountain Highway, per po scoprire, però, che si trattava di un veicolo rubato, abbandonato lì.

Il veicolo dell'escursionista scomparso

Un'ora dopo, la pattuglia di soccorso ha trovato l'auto dell'uomo su Mashel Prairie Road e all'interno hanno scoperto un elenco delle diverse località che intendeva visitare. Così hanno perlustrato ogni zona indicata. Poco dopo, uno dei soccorritori ha sentito un cane abbaiare e ha seguito il suono.

Era Daisy, il cane dell'escursionista. Dopo 30 minuti di trekking attraverso boschi e cespugli, i soccorritori hanno trovato l'uomo che però, purtroppo, era morto. Il suo fedele cane era rimasto al suo fianco per due giorni, finché la squadra di ricerca e soccorso non li ha trovati. L'escursionista probabilmente aveva avuto un infarto e il suo cane lo ha vegliato per tutto il tempo. Il dipartimento dello sceriffo ha commentato in un comunicato stampa che senza l'aiuto di Daisy, il corpo del suo padrone non sarebbe mai stato trovato.