News :
wamiz-v3_1

TEST: Che razza di cane fa per te?🐶🐶

Pubblicità

Il governo vuole uccidere milioni di gatti con delle salsicce

gatto selvatico
© Shutterstock

Un annuncio scioccante sta riscuotendo una marea di critiche in tutto il mondo. Ma cosa c'è dietro il progetto che prevede salsiccie per gatti e che costerà la vita a due milioni di randagi?

Di Nina Segatori, 3 mag 2019

Il governo australiano sta per attuare una mossa estrema per uccidere due milioni di gatti randagi e selvatici entro il 2020. Il piano shock era già stato annunciato nel 2015 e ora tutto è pronto per essere messo in atto. 

Il progetto che fa discutere

Per sterminare in massa i gatti selvatici in Australia, che sono un numero considerato esagerato dai responsabili al governo, si sta per compiere un avvelenamento attraverso tonnellate di salsicce, da distruibuire per le strade, in maniera velocissima, grazie ad un aeroplano. Alcuni scienziati hanno collaborato al piano governativo studiando la formula necessaria per rendere il cibo mortale, ma anche succulento, assicurandosi così che i gatti non possano resistere ad un boccone tanto invitante. La salsiccia sarà composta da carne di canguro, grasso di pollo e varie erbe.

A rendere tutto a prova di golosità è lo stesso produttore delle salsicce, che ha dichiarato:

«Ho provato e guardato il cibo per gatti, che è quello a cui i miei due gatti sono particolarmente sensibili. Così ho studiato il giusto mix.»

La motivazione e le critiche

Il piano del governo ovviamente sta incontrando tantissime critiche. Già 160.000 firme sono state raccolte contro l'attuazione dello sterminio di massa dei felini e anche tante celebrità si sono mosse per partecipare alla protesta, compresa l'attrice francese e attivista per i diritti degli animali Brigitte Bardot, che ha definito questa uccisione di gatti un genocidio animale.

L'azione, però, che sembra solo terribilmente brutale, ha una motivazione specifica. I gatti randagi, infatti, sono diventati una minaccia per la biodiversità in Australia. Ben 120 specie animali sono state messe in pericolo dai felini e 27 di queste si sono già estinte proprio a causa loro. Da qui nasce la polemica e ci si chiede se davvero sia giusto o se invece si potrebbe trovare un modo meno terribile per risolvere il problema.