News :
wamiz-v3_1

Pubblicità

Donna usa la foto del cane per sfatare il mito dello stupro

cane-con-piatto-e-bistecca
© Facebook @Bree Wiseman

Lo stupro non è mai colpa delle donne. Ecco come la giovane Bree Wiseman, trova un modo originale per mandare un messaggio estremamente importante. Ad aiutarla c’è il suo amico a quattro zampe.

Di Coryse Farina Pubblicato il 20 mag 2019

Si chiama Briana Wiseman, la pasticcera e direttrice di un ristorante del Tennessee, negli Stati Uniti d’America che, con un post su Facebook, ha mandato un messaggio profondo a tutti i suoi follower.

Un messaggio profondo

A volte, dalle cose semplici, nascono le storie più belle. È proprio ciò che è successo alla ventiduenne Bree. La giovane si trova a casa sua con il fedele amico a quattro zampe quando ha un’idea geniale: dopo aver intimato al suo cagnolino di stare alla larga dalla sua bistecca, prima di finire il suo piatto, decide di scattare una foto e pubblicarla sui social.

La foto, che a prima vista sembra quasi banale, nasconde però un messaggio davvero importante. Bree infatti, si serve del suo cagnolino per parlare della responsabilità delle vittime di stupro.

«Alla gente che dice che le donne vengono violentate a causa del modo in cui sono vestite. Questo è il mio cane. Il suo cibo preferito è la bistecca. Il piatto è all’altezza del suo naso, potrebbe mangiarla, ma so che non si avvicinerà perché gli ho detto di no. Se un cane si comporta meglio di te, forse è il caso che rivaluti la tua vita. Sentiti libero di condividere, il mio cane è adorabile».

Poche e semplici frasi che, però, nascondono una profonda critica della società patriarcale del 21esimo secolo.

Fido contro lo stupro

In un periodo in cui sembra proprio che la colpa di uno stupro, in un modo o nell’altro, riesca a ricadere sempre sulla vittima, ecco che Bree, insieme al suo peloso, con un post al contempo leggero e profondo, sfata uno dei miti contemporanei più nocivi alla popolazione. 

Durante un’intervista la donna spiega bene il suo pensiero:

«Se un pitbull di 4 anni capisce la parola ‘no’, anche se sta guardando qualcosa che vuole ardentemente e sta letteralmente sbavando, allora anche gli adulti dovrebbero essere in grado di capire che il  'no', non dipende da quanto l'altro adulto sia vestito. Com'è possibile che un animale dalla mentalità semplice, abbia la capacità di capire meglio di gran parte della popolazione adulta?».

L’unica persona che deve essere incolpata per reato di stupro è lo stupratore. Nessuna donna dovrebbe preoccuparsi di cosa indossare, di uscire da sola di notte, di andare a ballare o di tornare tardi a casa. Diventa importante utilizzare qualsiasi tipo di mezzo a nostra disposizione affinché questo messaggio arrivi.

Il cagnolino di Bree, dunque, è diventato un simbolo di resistenza sui social e i commenti in supporto a tutte le donne che subiscono o hanno subito violenza, ci confermano che il messaggio è stato recepito senza filtri.

 

To the people that say women get raped due to the way they are dressed. This is my dog. His favorite food is steak. He...

Posted by Bree Wiseman on Wednesday, July 19, 2017