News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Trova un cucciolo nel cortile, poi capisce che c’è qualcosa che non va

orso-bruno-rannicchiato © Facebook @FOUR PAWS International

Trova una palla di pelo nel cortile e pensa sia un cane. Quando scopre di cosa si tratta, chiama la protezione animali, ma qualcosa non va come dovrebbe.

Di Coryse Farina, 22 mag 2019

Tutto accade lo scorso febbraio, quando un uomo avvista una piccola palla di pelo nel suo giardino. Quando si avvicina, scopre che si tratta di un cucciolo di animale, ancora vivo.

Decide quindi di prenderlo e portarlo in casa per dargli del buon cibo e qualche cura prima di essere portato al rifugio. Quando, però, porta l’animale con sé, sente che qualcosa non quadra.

Un cane piuttosto strano

Quello che, secondo l’uomo, doveva essere a prima vista un cucciolo di cane, di colpo emette dei versi alquanto birrazzi. Osservandolo meglio, nota poi che gli artigli dell’animale sono molto più lunghi del normale, quindi, si rende immediatamente conto che si è sbagliato. Non era un cucciolo di cane, bensì un orso bruno appena nato.

Nonostante il grande stupore, l’uomo sa bene che non può tenerlo in casa, quindi chiama le autorità competenti per segnalare il ritrovamento. Arrivano sul posto i ranger del parco nazionale dei monti Šar, al confine tra il Kosovo e la Macedonia del Nord e, gli agenti portano via l’animale, con la scusa di riportarlo in natura e metterlo al sicuro. Purtroppo, però, non tutto va come previsto.

Una petizione fondamentale

Qualche tempo dopo, l’uomo scopre che l’orsetto affidato ai ranger, non è mai stato riportato in natura, ma viene conservato nel seminterrato di una delle abitazioni, anche se è vietato dalla legge tenere un animale selvatico come cucciolo da compagnia.
Una situazione davvero invivibile per il piccolo esemplare che da settimane non vede la luce.

L'associazione Four Paws allora, dopo aver mostrato i video con le prove di quanto sopracitato, decide di intervenire cercando in tutti i modi di far trasferire l’animale in una riserva naturale, affinché possa crescere come natura vuole.
Per fare ciò, è stata lanciata anche una petizione online, affinché tutti possano unirsi in questa giusta causa.

Ecco come firmare la petizione.

 
Bear cub in need!

📣 BREAKING: Save this cub from becoming one of the #SaddestBears! 🐻 We were informed about a bear cub found alone on a main road by a member of the public, within a National Park in Kosovo. We immediately offered assistance, and requested to bring the cub to safety at our Bear Sanctuary Prishtina. 🌲 However, the local authorities decided that the bear cub will remain in the care of rangers from National Park SHARRI. Now we have discovered something unbelievable - the poor cub is living in a tiny wooden box, in the cellar of a house within the National Park SHARRI. With no possibility of moving around and no professional care, the fate of the tiny bear is worryingly uncertain. 💔 The bear cub needs our urgent help before it’s too late! Ask Kosovo’s authorities to let the bear cub go to Bear Sanctuary Prishtina by signing our petition ✍🏾 https://help.four-paws.org/en/freedom-saddest-bear-cub

Posted by FOUR PAWS International on Monday, May 6, 2019