News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Vuole offrire un cucciolo al nipote: 3 giorni dopo chiama la polizia

carlino-nel-prato © Shutterstock

I nonni, si sa, farebbero i salti mortali pur di rendere felici i nipotini. Brenda, purtroppo, desiderando offrire un cucciolo di cane al nipote, deve vedere arrivare la polizia.

Di Coryse Farina, 13 giu 2019

Questa spiacevole vicenda accade a Brenda Jacobs ed al suo nipotino Xayden, un bambino di soli tre anni affetto da gravi lesioni cerebrali.
Decisa a regalare un Carlino al nipote, Brenda risponde ad un annuncio online.

Un compleanno a tema Carlino

Per festeggiare il terzo compleanno di Xayden, Brenda decide di puntare tutto su ciò che il piccolo ama alla follia: i cani Carlini.
Affinché tutto sia perfetto, la nonna organizza una bellissima festa di compleanno con tanto di decorazioni e palloncini a forma di cani in modo che il bambino si ritrovi circondato dagli animali. 

Quello che però avrebbe fatto impazzire Xayden, era il regalo di compleanno. La nonna, infatti, aveva deciso di comprargli un vero e proprio Carlino in carne ed ossa affinché l’animale potesse crescere insieme al bambino e sostenerlo nei momenti più duri della sua vita. 

La truffa online

Per comprare il cane di razza, Brenda fa una ricerca online e trova un allevatore di carlini perfetti per Xayden. Dopo aver scelto il sesso ed il colore del cane, la donna versa ben 500 dollari per l’acquisto
Qualche ora dopo, però, l’allevatore reclama altri 180 dollari per il trasporto del cucciolo fino a casa di Brenda. La donna, decisa a rendere felice il nipote, paga anche la seconda somma. 
Il giorno successivo, come se non bastassero i 680 dollari, la compagnia di trasporto del cane richiede un’altra modica somma di 1500 dollari perché si trattava del trasporto di un essere vivente.

A questo punto Brenda inizia ad insospettirsi e decisa a non pagare altri 1500 dollari, comincia a negoziare fino ad arrivare a 500 dollari.
Tuttavia questo circolo vizioso sembra non avere una fine e qualche ora dopo, la ditta del trasporto richiede altri 300 dollari di assicurazione.
In tutto l’anziana donna, paga quasi 1500 dollari il cagnolino, ma sapeva che nulla sarebbe valso l’entusiasmo del suo piccolo Xayden.

Purtroppo, però, dopo essere stata ampiamente raggirata, Brenda riceve un'ultima mail in cui gli allevatori affermano che il cane, essendo malato, non poteva più viaggiare. Solo in quel momento la donna capisce che si trattava di una truffa sin dall’inizio e non le sarebbe arrivato nessun Carlino, quindi decide di sporgere denuncia.