News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Deposita un pacco alla posta, quello che c’è dentro fa infuriare tutti

pacco-postale-affrancato © Shutterstock

Quando gli addetti dell’ufficio postale aprono la scatola, quello che trovano all’interno li fa infuriare: l'atto della donna è ingiustificabile e sarà processata a fine luglio.

Di Coryse Farina, 18 giu 2019

Si chiama Jill Marshall la donna accusata di abbandono e maltrattamento di animali.
La cinquantatreenne, in ben due occasioni, aveva provato a spedire dei cuccioli di cane e gatto ancora vivi tramite la posta.

Una scoperta sconcertante

Il tutto inizia nella città di Alberta, in Canada, quando all’ufficio postale arriva un pacco per essere spedito. Notando degli strani rumori, gli addetti decidono di aprirlo e al suo interno trovano un cucciolo di gatto nero ed un cagnolino marroncino ancora vivi. La scatola era etichettata con un indirizzo di destinazione, completo di affrancatura e gli animali stessi avevano dei francobolli attaccati alla testa.

Circa 10 giorni dopo, la donna avrebbe cercato di spedire un terzo cagnolino tramite lo stesso meccanismo. 

Un atto crudele

Non appena scoperto il contenuto, gli addetti dell’ufficio postale non esitano un attimo a chiamare la protezione animali della città che subito, porta via gli animali per una visita di controllo.

Dopo aver ricevuto il secondo cucciolo, però, gli impiegati decidono di non rimanere con le mani in mano e chiamano le autorità per lanciare le indagini.
Dopo poche ore, gli agenti scoprono che gli indirizzi di spedizione affissi sui pacchi erano falsi e che quindi la colpevole voleva sbarazzarsi degli animali. Nel giro di qualche giorno, la polizia è risalita anche al nome della donna.

Il processo per maltrattamenti è previsto per il 30 Luglio 2019.

 

WTH.... An Alberta woman has been charged for allegedly attempting to mail puppies and a kitten. Vulcan County...

Posted by Bam Wilson on Thursday, June 13, 2019