News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

La preoccupante foto dei cani da slitta che corrono sull'acqua

cani da slitta su acqua © Twitter @RasmusTonboe

Il ricercatore scientifico Steffen Malskaer Olsen ha pubblicato una fotografia che ritrae alcuni cani da slitta correre sull'acqua, in Groenlandia. Segno che i ghiacci si stanno sciogliendo troppo velocemente.

Di Nina Segatori, 19 giu 2019

Il cambiamento climatico che sta colpendo la Terra è sempre più reale e a dimostrarlo arriva una foto di un ricercatore scientifico, che in Groenlandia ha immortalato un momento piuttosto preoccupante. Durante una spedizione con i cani da slitta, si vedono gli animali correre sull'acqua piuttosto che sul ghiaccio.

Lo scatto virale

Nella fotografia che Olsen, ricercatore scientifico in spedizione nel Nord-Est della Groenlandia, ha divulgato su Twitter, si vedono gli Husky trainare la slitta su un mare d'acqua, che in realtà dovrebbe essere ghiaccio, ma che il caldo anomalo ha sciolto prima del tempo. Non solo, anche le montagne sullo sfondo che dovrebbero essere totalmente innevate, appaiono limpide, senza traccia di neve. Lo scatto è diventato immediatamente virale per l'emergenza che testimonia.

L'emergenza 

Quello immortalato nella foto è il mare del Nord-Est della Groenlandia, che è ghiacciato fino almeno a luglio, quando le normali temperature dovrebbero sciogliere il ghiaccio. Lo scatto però è stato fatto a giugno, testimonianza del fatto che il cambiamento climatico sta portando importanti sconvolgimenti sulla Terra

«Le comunità, per lo più indigene, residenti in Groenlandia dipendono dal mare di ghiaccio per spostarsi, pescare e cacciare. Sono loro le prime colpite dal suo scioglimento, con conseguenze che non si limiteranno a questa regione o al Nord America» ha avvisto lo stesso Olsen. Lo scioglimento del ghiaccio in Groenlandia, infatti, che va da giugno ad agosto, tocca il suo apice a luglio, mentre quest'anno già un mese prima, il 40% della massa ghiacciata è già sciolta.

Questo causerà un innalzamento del livello del mare, con conseguenze preoccupanti, come ha spiegato Thomas Mote, ricercatore dell'Università della Georgia: «da due decenni la Groenlandia ha contribuito sempre di più all'aumento globale del livello del mare. Lo scioglimento dello strato di ghiaccio superficiale ne rappresenta una parte significativa che poi va a finire negli oceani». Una situazione che graverà sulle temperature globali e che non va assolutamente sottovalutata.