News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

La corsa contro il tempo di una mamma Pitbull per salvare i cuccioli

uomo-inginocchiato-cane-scondinzola © YouTube @Animal Planet

Inizia una vera e propria corsa contro il tempo per i soccorritori di questa dolcissima cagnolina. L’animale, magrissimo e maltrattato, chiede aiuto per salvare i suoi cuccioli.

Di Coryse Farina, 20 giu 2019

Accade tutto nella città americana di New Orleans, nello stato della Louisiana. I soccorritori del rifugio per animali Villalbos ricevono una chiamata inquietante: dei vicini segnalano una cagnolina pitbull che vaga tra le strade della città alla ricerca di aiuto.

Uno sguardo disperato

Dopo aver ricevuto la chiamata, Tia Torres, fondatrice della struttura per animali specializzata in pitbull maltrattati e abbandonati, decide di prendere le cose in mano.
Senza esitare, si reca insieme ad altri volontari nel luogo indicato e subito individua la mamma cagnolina. L’animale è immediatamente riconoscibile perché ha le mammelle gonfie di latte, segno che aveva appena partorito e stava allattando, ed un corpo molto magro ed emaciato. Purtroppo, la descrizione del vicino corrispondeva perfettamente.

Un salvataggio duro

Non appena si avvicinano alla cagnolina sofferente, con gran sorpresa capiscono che l’animale è molto cordiale ed affettuoso. I volontari infatti, non ci hanno messo molto a conquistare la fiducia del cane e nel giro di poco tempo, riescono a metterle il guinzaglio al collo.
Dopo qualche minuto, la cagnolina inizia a tirare i volontari verso un’abitazione in particolare, a circa venti metri dal ritrovamento.

I soccorritori subito capiscono che sicuramente si tratta della casa in cui sono i cuccioli del cane, quindi bussano in fretta. L’uomo che risponde alla porta, sostiene che la cagnolina è del suo coinquilino che ormai è in carcere e che lui stesso se ne sta occupando. Tuttavia, viste le condizioni del cane, è ben chiaro che non sta facendo un buon lavoro.
Gli addetti allora, chiedono di avere i cuccioli e dopo aver ottenuto un permesso legale, tornano all’abitazione per salvare la cucciolata di pitbull: «I primi due sembravano a posto. Gli altri due cuccioli, invece, sembravano avere qualche problema. Non penso proprio che questi ragazzi si prendessero cura dei cuccioli. Tuttavia, è un sollievo che tutti adesso siano al sicuro» sostiene Tia. 
Tutti gli animaletti infatti, sono poi stati riportati alla madre che finalmente ha potuto accudirli come meritavano.