I pet fanno bene davvero? Rispondi!

Pubblicità

Caldo africano: ecco come proteggere cani e gatti

cane e gatto si proteggono dal caldo africano dog-cat-wow

Il caldo africano continua ad abbattersi sulla penisola italiana.

© kobkik / Shutterstock

Allerta meteo, si prevedono per i prossimi giorni picchi di caldo africano, che potrebbero mettere in pericolo la salute di cani e gatti. Ecco come proteggerli.

Di Nina Segatori

Pubblicato il 25/06/19, 15:58, aggiornato il 28/06/21, 17:41

I meterologi avvisano: arriva il caldo africano, con temperature che toccheranno picchi di 40°. Un vero pericolo per gli animali, che possono soffrire di colpi di calore.

Sarebbe bene, quindi, conoscere tutti i segnali di malessere per poter correre subito ai ripari, ma è ancora meglio proteggerli, per prevenire qualunque problema.

I segnali di malessere

Cani e gatti soffrono molto il caldo torrido e i sintomi che segnalano un colpo di calore sono abbastanza evidenti, basta essere attenti:

Questi sono i segnali tipici che testimoniano un malessere a cui va assolutamente e urgentemente trovato rimedio.

Cosa fare per proteggere cani e gatti dal caldo?

Se il cane, o il gatto, ha avuto un colpo di calore, spostatelo subito in un luogo più fresco e servitegli dell'acqua.

Attenzione a non creare uno sbalzo di temperatura troppo estremo, il loro corpo deve rinfrescarsi graduatamente, quindi niente ghiaccio o acqua gelata.

Portatelo, poi, dal veterinario, se i sintomi persistono. La cosa migliore è di rispettare queste 3 regole di base:

  1. mai lasciare il cane in macchina sotto il sole;
  2. niente passeggiate durante le ore più calde;
  3. assicurate ai vostri animali domestici un posticino all'ombra ed acqua sempre fresca.
Aiuta il gatto contro il caldo in 10 mosse. Scopri!

L'iniziativa pugliese

Diverse immagini diffuse sui social mostrano animali tramortiti nel tarantino. I volontari pugliesi si sono quindi attivati per avvisare gli abitanti sui gesti da attuare qualora ci si dovesse imbattere in animali vittime del colpo di calore.

Regola numero 1 procurare subito all'animale acqua fresca e contattare immediatamente un veterinario in zona.

Un'altra soluzione potrebbe essere quella di lasciare ciotole di acqua fresca in modo da poter far bere gli animali randagi (anche se, è pur vero, condividere la ciotola d'acqua può portare al rischio di malattie condivise!).

Non solo la Puglia: tutta Italia è in allerta caldo, dunque non esitate ad applicare i gesti preventivi proposti dal tacco d'Italia.