News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Aiutante speciale per una ragazza di Livorno all'esame di maturità

cane e studentessa esame di maturità © Facebook @Alessandra Pitanza Barbagallo Tuttomio

Una ragazza di Livorno ha superato l'esame di maturità e i suoi blocchi emotivi grazie all'aiuto di un cagnolone, seduto accanto a lei in aula, mentre superava la prova di Stato.

Di Nina Segatori, 1 lug 2019

A Livorno è accaduto un fatto che fa sperare, dopo i tanti episodi di discriminazione dei cani guida e di salvataggio. Serena Brucioni, una studentessa del corso di chimica dell'istituto Iti Galilei, ha affrontato l'esame orale della maturità con accanto il cane che l'ha accompagnata in un progetto scolastico durante l'anno. 

Un aiuto speciale

Serena aveva difficoltà a parlare in pubblico, ma quando Wall-e, un golden retriever biondo, è entrato in aula, ogni paura è svanita. Così tra una carezza e una domanda, la ragazze ha superato i suoi blocchi emotivi, sostenendo un esame brillante.

«Grazie a lui mia figlia è uscita dal guscio - ha spiegato la madre  - è stato importante avere Wall-e vicino, ha dato a Serena la forza di parlare e la tranquillità di rivolgersi al pubblico. La prova orale è andata benissimo e siamo tutti orgogliosi di lei».

Una situazione particolare che ha richiesto diversi permessi e autorizzazioni, ma che l'insegnante di sostegno, Lara Reale, è riuscita a ottenere tutti.

Un bagnino a sei zampe

Wall-e è un cane speciale, da salvataggio, che Serena ha conosciuto proprio durante l'anno scolastico, entrambi protagonisti di un compito molto ambizioso. «Era il suo cane durante il progetto scolastico "Un bagnino a sei zampe": si è instaurato un rapporto speciale» ha raccontato la madre. Un'esperienza extra scolastica che ha portato Serena ad interagire con il cane ed a superare i suoi limiti.

«Mi ha entusiasmato, perché mi sono messa alla prova in attività che non avevo mai fatto - ha raccontato commossa la ragazza durante un video proiettato in aula - ho superato me stessa quando mi sono calata in un pozzo e quando sono stata sollevata sulla gru con il cane in braccio alla caserma dei vigili del fuoco. Sono stati cinque anni non facili, ma questo primo traguardo mi dà speranza per il futuro».

La speranza è che Serena e Wall-e possano esere un esempio per tutti quegli istituti e luoghi pubblici che ancora non accettano i cani speciali come lui e tutti quelli che aiutano i disabili, i non vedenti o semplicemente chi è in difficoltà.

 

Io e il mio cane all'esame di maturità insieme": così Serena supera i suoi limiti Livorno, grazie al suo Wall-e, la...

Posted by Alessandra Pitanza Barbagallo Tuttomio on Thursday, June 27, 2019

Leggi anche