News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Il cane abbaia troppo, così decide di rimediare a modo suo

cane-nero-con-museruola-e-pupazzo-rosa © Facebook @Celestial Zoo

La diciannovenne non ne poteva più di sentire il cucciolo di Labrador abbaiare dentro casa, quindi contro ogni morale, commette un gesto a dir poco crudele che le fa sbarcare la polizia in casa.

Di Coryse Farina, 2 lug 2019

Accade tutto qualche giorno fa nello stato americano dell’Utah, quando Alexis Marie Callen, una ragazza di diciannove anni, viene accusata di maltrattamenti e torture dei confronti degli animali, dal rifugio della città.
Alcuni utenti online vedendo le foto del cane, hanno allertato il Celestial Rescue Zoo affinché i volontari verificassero le condizioni dell’animale.

Un gesto terribile

Si chiama Shadow il cucciolo nero di Labrador di soli 3 mesi protagonista della storia. Giocherellone ed entusiasta della vita, non sta mai fermo un attimo. Purtroppo, però, questa sua esuberanza non piace alla proprietaria Alexis che, furiosa contro il cane perché abbaiava troppo, decide di commettere un gesto terribile.
Trova un elastico per capelli e lo annoda stretto intorno al muso del cane per farlo tacere, per ben due settimane di fila. 

 

Shadow has her surgery scheduled! She will have her surgery at Blue Pearl where they will repair the damage to her...

Posted by Celestial Zoo on Friday, June 21, 2019


Questo gesto crudele ha sfigurato il naso e la bocca del cucciolo che purtroppo si può risolvere solo con un intervento chirurgico molto costoso. 

 

Shadow had to go back to the vet today for a cone, but even though she is not happy about her cone, she is happy to...

Posted by Celestial Zoo on Tuesday, June 18, 2019

Una denuncia per maltrattamenti

Amexis Callen è stata immediatamente arrestata dalla polizia con l’accusa di tortura e maltrattamenti di animali.

Perquisendo l’abitazione della donna gli agenti hanno anche trovato stupefacenti e, a seguito di un controllo sul figlio di soli 7 mesi, il bambino è risultato malnutrito.
Ad oggi, la signora Callen dovrà rispondere di tortura sugli animali, uso e possesso di stupefacenti e maltrattamenti sui bambini.