News :
wamiz-v3_1

Attenzione alle strade roventi!!!☀🔥

Pubblicità

Una regione italiana potrebbe non essere più Animal Friendly

cani giocano in spiaggia
© Pixabay

Il Coordinamento delle Associazioni Animaliste di Puglia (CAAP) avverte: “Iniziativa che può danneggiare il turismo”. A rischio il futuro di tanti cani di media e grande taglia.

Di Serena Esposito, 09 lug 2019

Il prossimo Consiglio Regionale deciderà le sorti sulla possibilità di accesso degli animali in spiaggia in Puglia: tali emendamenti andranno a modificare la Legge 56/2018.

Solo piccoli cani in spiaggia

Le limitazioni interessano cani di media e grande taglia, per i quali l’accesso alle spiagge, sia pubbliche che private, sarà interdetto. Solo i cani di piccola taglia portati in braccio o in trasportino fin sotto l’ombrellone potranno accompagnare i propri umani in vacanza.

Eppure sono proprio i cani di media e grande taglia che rappresentano la stragrande maggioranza degli amici a quattro zampe degli italiani. E sono anche la maggior parte dei cani adottati dai canili.

La posizione del CAAP

«Tale scelta, porterà al settore del turismo pugliese ingenti danni, considerato che il 60% della popolazione italiana ha animali e non rinuncia a portarli con sé in vacanza. E con il ritorno sul mercato turistico delle mete nordafricane (da sempre concorrenti dell'Italia), il turismo italiano già comincia ad accusare i primi colpi - queste le parole del Coordinamento delle Associazioni Animaliste di Puglia, che ha continuato - Non avere più turisti con cani peggiorerebbe la situazione. Con grande stupore abbiamo appreso che tale proposta è supportata dal SIB (Sindacato Italiano Balneari) di Puglia, ma stranamente moltissimi concessionari di stabilimenti balneari da noi contattati sembrano non saperne nulla. Se la Regione Puglia approverà tali emendamenti le associazioni si adopereranno affinché tutti i loro soci siano informati che la Puglia non è più Regione Animal Friendly».