News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Cane randagio in fin di vita: l'Hotel Palace di Mondello si difende

cane-malato-dal-veterinario © Facebook @PELOSI NEL CUORE

Un albergatore di Mondello (Palermo) è stato accusato della morte di un cane, ricevendo minacce pesantissime. L'uomo, però, si difende e racconta la sua verità.

Di Nina Segatori, 10 lug 2019

Minacce di morte, accuse e reputazione rovinata, quello che sta vivendo un albergatore di Mondello (Palermo) è un vero e proprio inferno. Tutto è nato dopo la morte di una cagnolina randagia, che l'uomo è stato accusato di aver lasciato in strada senza pietà.

L'accusa

Stando ai fatti raccontati dai testimoni, i dipendenti del Palace Hotel di Mondello, avrebbero gettato fuori dalla struttura una cagnolina randagia molto malata che aveva cercato rifugio e aiuto proprio all'interno della struttura. Qualcuno racconta che all'animale siano stati negati cibo e acqua, così, cacciata fuori, è stata soccorso da una signora, che l'ha portata immediatamente dal veterinario. La piccola, però, non ce l'ha fatta ed è morta a causa di un'infezione alle vie urinarie, che ha raggiunto anche l'intestino.

«Siete senza cuore. La piccola era stata abbandonata, stava male, era disidrata, non mangiava e non beveva da giorni»; si legge sui social e ancora: «aveva cercato aiuto all'interno del Palace Hotel di Mondello ma a quanto pare gli dava fastidio e secondo dei testimoni l'hanno presa e buttata sul marciapiede, senza chiamare neanche i vigili urbani».

Sono solo due delle accuse contro gli addetti dell'Hotel, tra le centinaia che hanno riempito la pagina Facebook e quella di TripAdvisor della struttura. Non contando le minacce di morte arrivate via mail e per telefono.

La difesa

Attilio Cessati, il titolare dell'hotel a 4 stelle, però non ci sta e si difende attraverso le pagine di Fanpage.it. Dopo aver annunciato che arriverà presto un comunicato stampa ufficiale, premette:

«nulla di quello che è stato raccontato sui social è vero».

La sua versione è molto diversa da quella che circola morbosamente sui social: «il cane è entrato nel giardino della struttura, dove era in corso il ricevimento di un matrimonio [...] quando il personale si è accorto della sua presenza, vedendolo assetato, gli hanno subito dato da bere acqua fresca. A quel punto abbiamo prima contattato l'Oipa, [...] che ci ha suggerito di chiamare il 113. Quest'ultimi ci hanno detto invece che avremmo dovuto avvisare i vigili urbani, cosa che poi abbiamo effettivamente fatto. I vigili a loro volta ci hanno comunicato di poter intervenire solo all'esterno e non all'interno della nostra struttura. Così, un nostro dipendente ha portato il cane all'ingresso».

Proprio in quel momento è passata la signora che si è offerta di portare il cane dal veterinario, ma che poi avrebbe anche scritto il post denuncia su Facebook, che da allora sta mettendo alla berlina albergo e dipendenti senza che, secondo Cessati, se lo aspettassero.

Sicuramente la situazione verrà ben presto chiarita, ma intanto non mancano minacce e insulti contro chi, secondo l'opione degli internauti, sarebbero i responsabili della morte della randagia.

 

🌑 SICILIA MONDELLO PURTROPPO È MORTA 😓 SI POTEVA SALVARE, VIGLIACCHI...UN PO D'ACQUA E CIBO NON SI NEGA A NESSUNO. Senza...

Posted by PELOSI NEL CUORE on Sunday, July 7, 2019