News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

In viaggio col Micio per combattere la depressione

ragazzo con gatto in braccio
© Instagram @ travel.with.my.cat

La storia che vi raccontiamo oggi parla di un ragazzo e della sua cura per combattere la depressione: viaggiare insieme al suo migliore amico, un gatto.

Di Anna Paola Bellini, 28 lug 2019

Jonathan Duca è un ragazzo di 24 anni di Locarno (in Svizzera) che viaggia da alcuni mesi in compagnia di Jek, il suo gatto, per un motivo ben preciso: «Viaggio con il mio gatto, così combatto la depressione». Ecco la storia di questa bella amicizia. 

L’incidente

La storia comincia con un incidente automobilistico avvenuto a maggio di cinque anni fa in Vallemaggia (Svizzera). Jonathan comincia così un calvario tra coma, trauma cranico, una protesi alla testa e ben 18 interventi che hanno lasciato il ragazzo affetto da diverse sequele. Tra queste frequenti e forti dolori alla testa che lo hanno portato a dover abbandonare la formazione da meccanico che stava compiendo. 

La depressione è dietro l’angolo e colpisce Jonathan come conseguenza di questo brutto incidente.

I viaggi

Nel 2018, di ritorno da un viaggio di piacere in Marocco, Jonathan decide di riprendere la strada per un motivo ben preciso. Racconta infatti: «Mi sono reso conto di come in viaggio io riesca a distogliere la mente dalla mia situazione e dai problemi di salute. I mal di testa rimangono, ma in Ticino mi ripiegavo sulle difficoltà fisiche e psichiche, e il mio umore colava a picco. Viaggiando tutto questo si attenua, e mi sento davvero bene: insomma, il viaggio come terapia. Cerco prevalentemente paesaggi naturali, la natura mi fa proprio bene».

Appoggiato dal suo medico in questa scelta, il ragazzo decide di ripartire, ma non senza il suo fedele amico baffuto. «Prima di rimettermi in viaggio, ho pensato che non avrei potuto stare tanto a lungo lontano dal mio gatto, Jek, micio non di razza preso alla Protezione animali: così ho deciso di portarlo con me».

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by Jonni & Jek 🐈 (@travel.with.my.cat) on


I due sono quini partiti insieme a febbraio 2019 e hanno documentato le loro avventure su un profilo Instagram apposito. Fino ad ora i due anni girato Francia, Svizzera e Italia. Si sono mossi in auto durante il giorno e la sera hanno dormito all’interno di una tenda che ospita entrambi. Tornati a casa i due adesso si riposano e stanno decidendo come proseguire. 

Il futuro è tutto da decidere, ma una cosa è certa, tanti viaggi sono ancor nei progetti dei due intrepidi viaggiatori. Forse andranno in Africa o in sud America.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by Jonni & Jek 🐈 (@travel.with.my.cat) on