News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Cani trascinati da una moto sull'asfalto: l'indagine svela i retroscena

Uno dei due cani trascinati sull'asfalto © Facebook @SPA Marseille-Provence

Nel giro di poche ore ritrovati a Marsiglia due corpi senza vita di cani trascinati per centinaia di metri da uno scooter in corsa sull'asfalto. L'indagine della polizia svela i retroscena di un vero e proprio inferno.

Di Eleonora Chiais, 12 ago 2019

Due cani senza vita lasciati come spazzatura ai bordi di una strada dopo essere stati legati a un mezzo e trascinati, per centinaia di metri, a folle velocità sull'asfalto. L'epilogo? La morte.

Su due episodi di questo genere si è trovata  a far luce la polizia di Marsiglia in un'inchiesta che ha coinvolto anche la protezione animali locale, responsabile di aver lanciato - tramite i suoi account social  - l'invito a testimoniare subito dopo la scoperta dei cadaveri.

L'inchiesta fotografa l'orrore

Sui corpi dei due cani senza vita (le cui immagini sono state postate sulle pagine Facebook della protezione animali locale gelando il sangue di tutti gli amanti degli animali) sono stati ritrovate tracce di morsi e mutilazioni che lasciano immaginare,  prima della tragica fine, una lunga vita di combattimenti organizzati e di istigazione alla violenza.  

La fine dell'inferno

L'inchiesta è comunque riuscita a far scattare le manette ai polsi dei responsabili. Dopo molte accurate indagini, infatti, le forze dell'ordine sono risalite al campo dove i cani venivano tenuti in pessime condizioni e sei cani (tra cui cinque Pitbull) un gallo, alcuni uccelli protetti e dei ricci hanno detto addio all'inferno in cui vivevano e sono stati accolti da alcuni enti della zona.

Adesso il tredicenne ritenuto l'esecutore materiale della morte dei due cani - come riporta La Provence - e il suo complice (il ventenne proprietario del mezzo con il quale lo scempio è stato compiuto), dovranno rispondere ai giudici della loro folle condotta. Almeno il più giovane dei due rischia il carcere.