News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Pablo, il cane-bagnino, salva un bambino di 7 anni

Pablo-cane-bagnino-davanti al mare con padrone © Facebook @RenatoPorinelli

Dalla spiaggia assolata qualcuno ha fiutato il pericolo: un bimbo tedesco di 7 anni rischiava di annegare, a salvarlo interviene Pablo, il cane bagnino. 

Di Flavia Chianese, 19 ago 2019

Attimi di panico a Marina di Vecchiano (Pisa), venerdì 16 Agosto. Il mare era agitato, ed il bimbo stava per essere risucchiato da un vortice in fondo al mare, dovuto alla forte corrente. È stato allora che Pablo è entrato in scena, compiendo un vero e proprio miracolo.

L’operazione di soccorso

Il bimbo tedesco di 7 anni, stava annegando risucchiato dalla corrente. Ha iniziato a gridare e a chiedere aiuto, ed è stato allora che Pablo e il suo padrone Renato si sono tuffati in suo soccorso: il bimbo aggrappandosi all’imbrago di Pablo, è stato portato a riva, indenne. A rendere nota la notizia, la scuola stessa, che scrive orgogliosa su Facebook:

«È del Golden Retriever Pablo il primo significativo intervento di salvataggio a Marina di Vecchiano. Nel pomeriggio di oggi ha tratto in salvo un bambino tedesco di sette anni finito in una buca a causa della forte corrente senza conseguenze. Già dalla mattina per le non buone condizioni del mare erano stati effettuate diverse azioni a prevenzione dell’incolumità dei bagnanti».

La scena ha commosso i bagnanti i quali hanno festeggiato il loro nuovo eroe a 4 zampe. La coppia infatti, durante l’alta stagione porta Pablo nelle spiagge più affollate, e la sua presenza si è rivelata fondamentale per salvare la vita del bambino.

Pablo, il cane-bagnino

Pablo, splendido Golden Retriever, non è un cane qualunque: i suoi proprietari, Paolo Santini e Renato Porinelli, hanno deciso di addestrarlo sin da cucciolo alle attività di soccorso presso la Scuola Italiana Cani Salvataggio (SICS) di Firenze. L’idea è nata per poter sviluppare un rapporto più saldo con il cane, ma soprattutto per fare qualcosa di socialmente utile: così la coppia toscana è diventata, insieme a Pablo, volontaria della SICS.

L’associazione si occupa della salvaguardia delle vite umane in acque marine e lacustri, e servendosi di unità cinofile e dei loro conduttori, vigila sui bagnanti per prevenire ed evitare pericolosi incidenti.