News :
Wamiz Logo

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Ecco Garlic, il primo gatto nato dalla clonazione (Video)

gatto-clone
© Youtube @秒拍短视频

La Cina ancora una volta si rende protagonista di un’importante successo scientifico: circa un mese fa è nato Garlic, un gattino davvero speciale, che fa già discutere di sé.

Di Flavia Chianese , 23 ago 2019

Proprio come dichiarato dal direttore della società di ricerca al China Science and Technology Daily, la Sinogene Biotechnology ha intrapreso un progetto davvero rivoluzionario.

Il primo gatto clonato!

Il 21 Luglio è nato il primo gattino clonato al mondo, Garlic. Nel progetto iniziale la sua nascita era prevista per Marzo 2019, dunque alcuni mesi prima. Garlic è un bellissimo e simpatico British Shorthair: circa 66 giorni prima della sua nascita, il suo embrione è stato impiantato in una madre surrogata a 4 zampe, con la stessa procedura che fu utilizzata per la clonazione della pecora Dolly negli anni ’90.

Una copia… quasi identica!

Grazie alla modernissima tecnologie cinese, i ricercatori hanno utilizzato il materiale genetico per dar vita ad una copia fisicamente identica dell’animale. Garlic è stato commissionato dal signor Huang Zu, il cui gatto era recentemente morto per un’infezione alla vescica. Il suo fedele amico gli mancava così tanto che ha deciso di clonarlo.

Tuttavia anche se i mici risultano identici nell’aspetto, il carattere e i ricordi del soggetto non possono ancora essere clonati: la società di ricerca, però, sta già pensando ad una soluzione, attraverso l’utilizzo di un’intelligenza artificiale

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by Ветеринария Истории Обсуждения (@vet.lev) on

Una nuova era di commercializzazione

Il successo di questo esperimento dà il via, in Cina, ad una nuova era di commercializzazione di animali domestici clonati. La società offriva questo servizio già dal 2017: moltissimi cinesi hanno mostrato entusiasmo per l’iniziativa, ma non tutti potranno permetterselo.

Il costo della clonazione infatti è di circa 31.000 euro, con un tempo di attesa tra i 6 e 10 mesi.

La clonazione: una pratica controversa

La clonazione resta una pratica fortemente discussa: da un lato gli animalisti la trovano indegna e dolorosa, considerando anche che sono moltissimi i randagi in cerca di una nuova casa; dall’altro con la clonazione sarebbe possibile ripopolare le specie in via d’estinzione, come già accadde nel 1999 con il caso di un panda gigante.

Tuttavia molti critici temono che di questo passo, queste tecniche possano essere utilizzate anche sugli uomini…
E voi cosa ne pensate, siete d'accordo o no alla clonazione di animali?