News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

67 anni ed una vita dedicata agli animali: la storia di Esneda

donna-anziana-abbraccia-un-randagio © Facebook @Santuario Doña Esneda

Sin da quando era piccolissima, Maria Esneda Osorio aveva un sogno: aiutare gli animali abbandonati. Da oltre 30 anni lo ha realizzato ed ogni giorno si prende cura di più di 400 animali supportata dall’amore dei suoi cari.

Di Flavia Chianese, 1 ott 2019

Questa donna colombiana non si è arresa alle difficoltà del suo progetto e alle malelingue che la giudicano “folle”. È andata avanti per i suoi animali, per quelli che lei chiama gli “esseri di luce”: non a caso ha chiamato il suo rifugio Santuario di Esneda.

La storia del “Santuario di Esneda”

A soli 5 anni, Esneda perde il suo amato cagnolino e da quel momento decide di voler dedicare la sua vita agli animali, senza alcuna distinzione di “specie”: oggi il suo rifugio ne ospita circa 400, tra cani, gatti, anatre, galline; e lei si prende cura di tutti.

Gli animali in difficoltà arrivano al Santuario di Esneda come se sapessero che in quel luogo troveranno amore e protezione.

Una vita tra amore e sacrifici

È proprio grazie al circolo di solidarietà che questa anziana donna ha avviato la sua comunità e che il suo sogno continua a realizzarsi giorno dopo giorno: più di 800 kg di cibo per animali arrivano dai cittadini e dalle associazioni ogni mese.

Tuttavia in Colombia il randagismo è elevatissimo e le donazioni spesso non sono sufficienti: Esneda è stata costretta ad indebitarsi più volte, ma il suo animo è più ricco che mai:

«Possiamo mangiare anche solo banane per una settimana intera, perché la priorità è sfamare gli animali. I vestiti che indosso me li regalano, il ricavato va tutti agli animali ed io mi sento libera». 

Un esempio di grande umanità 

Purtroppo non mancano le proteste di alcuni, che ritengono inammissibile la gestione di tanti animali e che hanno avviato contro di lei una battaglia legale. Ma la donna non si arrende, continua a lottare con il supporto della sua famiglia, che la sostiene nei momenti più grigi e che la aiuta a gestire il Santuario.

Insomma un amore contagioso e la conferma che ogni gesto fatto col cuore venga sempre ripagato. Grazie Esneda!