News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

In Sicilia arriva il primo corpo cinofilo per la ricerca dei dispersi

cani della protezione civile © Facebook @Scuola Nazionale Cinofila Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta

Angeli a 4 zampe: così chiamano i cani della prima squadra cinofila siciliana, addestrata al soccorso e alla ricerca delle persone scomparse. Una grande novità che interessa tutto il meridione.

Di Nina Segatori, 14 ott 2019

In Sicilia è stato istituito il primo corpo cinofilo di soccorso per la ricerca delle persone scomparse. La sezione di volontari a quattro zampe, che ha sede a Palermo, è la prima in tutto il Sud Italia.

Eroi a quattro zampe

Una svolta davvero interessante arriva dalla Sicilia, dove il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta (Cisom), in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile, ha attivato la prima sezione cinofila di soccorso dove i volontari sono cani addestrati alla ricerca di persone in stato di necessità.

Una novità importantissima, considerando che è il primo e unico corpo cinofilo presente in tutto il meridione.

Progetto e formazione

A spiegare le nuove disposizioni e la formazione dei cani è il responsabile Cisom di Palermo e provincia, Marcello Cenci, colui che insieme alla volontaria Alice Cumia, ha fortemente creduto nel progetto:

«I cani divengono operativi e inseriti nella cinofila dopo aver superato un corso di addestramento e formazione [...] superato il quale si entra a far parte dell’unità cinofila composta dal binomio uomo-cane».

Il corso è aperto a tutti i cani, le uniche caratteristiche richieste sono un carattere docile e un'età compresa tra i 6 mesi e i 10 anni.

L'iniziativa

Tutto è nato quando Cenci e la Cumia hanno addestrato due cani, che hanno poi partecipato alla ricerca di un medico disperso a Ficuzza, una frazione di Corleone, in provincia di Palermo.

«Dopo quella operazione abbiamo ricevuto una grande richiesta sociale di formare dei cani addestrati alla ricerca» ha raccontato Marcello che, dopo quell'episodio, ha ricevuto tantissime richieste di addestramento dalla protezione civile.

Una novità che dimostra ancora una volta l'importanza e la straordinaria capacità dei cani.