News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

I maltrattamenti su animali diventano crimini federali in USA

sguardo triste di cane in gabbia

Cane sofferente in gabbia

© Unsplash

Il disegno di legge approvato negli Stati Uniti rende i maltrattamenti e la crudeltà sugli animali crimini federali: un passo importante per la tutela degli animali, scopriamo di più.

Di Serena Esposito, 29 ott 2019

Multe salate e reclusione sono le sanzioni per chi si macchia di abusi sugli animali, che in USA hanno assunto carattere di crimini federali: cosa vuol dire?

Il Pact Act

È stato unanime il voto alla Camera degli Stati Uniti per il Pact Act (Preventing Animal Cruelty and Torture), presentato dai deputati della Florida Ted Deutch e Vern Buchanan, sostenuto sia dalla maggioranza che dall'opposizione.

Il provvedimento considera reato federale qualsiasi forma di abuso e maltrattamento su cani, gatti ed altre specie: esso consente dunque di bypassare le leggi statali, svincolandosi da ordinamenti più indulgenti in merito. 

Una grande conquista per gli animali e per chi li ama, il Pact Act va ad integrare una legge del 2010, che risultava incompleta: essa infatti prevede punizioni per abusi su animali, solo in presenza di documenti multimediali che ne testimonino l’avvenimento, ma di fatto non proibisce il maltrattamento.

In cosa consiste

«Il voto di oggi è una pietra miliare nella ricerca bipartisan per porre fine agli abusi sugli animali e proteggere i nostri animali domestici. Questo disegno di legge invia un messaggio chiaro: la nostra società non accetta la crudeltà contro gli animali» ha dichiarato Ted Deutch.

Il disegno di legge porterà a punizioni esemplari e spietate per chiunque compia qualsiasi genere di nefandezza contro gli animali, multe salate e fino a 7 anni di reclusione: il tutto gestito dall’FBI ed altre forze dell’ordine federali.

Per l’entrata in vigore mancano soltanto l’approvazione del Senato e la firma del Presidente.

Possiamo affermare dunque che si tratta di un modello da seguire, soprattutto in Italia, dove la regolamentazione in merito risulta ancora poco chiara e disarticolata.