News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?đŸ¶đŸ¶đŸ¶

PubblicitĂ 

Vietare l'accesso ai cani sul corso? La proposta del sindaco

Cani al guinzaglio

Vietare l'accesso ai cani sul corso per punire i proprietari incivili: discussioni a Benevento.

© Pixabay

Il sindaco Clemente Mastella preannuncia via Facebook l’intenzione di proibire l’accesso ai quattro zampe sul centrale corso Garibaldi: «Vedrò se esistono le condizioni di legge per vietare l'accesso ai proprietari con cani».

Di Eleonora Chiais, 4 nov 2019

La città di Benevento al centro delle discussioni sul web dopo che il sindaco, Clemente Mastella, ha annunciato via social network l'intenzione di vietare l'accesso ai proprietari con cani nel corso centrale della città.

Ecco il perché di questa ipotesi e le reazioni che ha scatenato.

Clemente Mastella contro "l'inciviltà di (alcuni) padroni"

«L'affetto per i cani e per gli animali - scrive Mastella sulla sua pagina istituzionale di Facebook - è un fatto molto bello. Ma non è possibile che, nonostante la mia ordinanza, molti proprietari girino lo sguardo altrove e non puliscano i bisogni dei loro cani. Questo senso di inciviltà non è accettabile. Tanti, e giustamente, se ne lamentano. Ho dato disposizione di fare contravvenzioni rigorose e, se la cosa persiste, vedrò se esistono le condizioni di legge per vietare, soprattutto per il corso, l'accesso ai proprietari con cani». 

Un'eventuale decisione che il sindaco della città campana non valuterà certo a cuor leggero visto che, aggiunge lui stesso,

«Possedendo anche io un cane, mi addolora farlo».

Lo scopo di questa dichiarazione, leggendo tra le righe, potrebbe essere solo quello di aumentare la consapevolezza e il senso civico, dei padroni.

«Prego tutti - conclude infatti il sindaco - di rispettare, con senso civico, la bellezza e la pulizia della città».

La risposta del web: servono più cestini e più educazione

Inutile dire che la risposta del web non si è fatta attendere e il post ha incassato oltre 300 commenti e quasi 60 condivisioni

La maggior parte degli internauti si è detta generalmente d'accordo sulla necessità di educare i padroni a un maggior senso civico, ma si è detta contraria a questa chiusura etichettandola come "discriminatoria".

La richiesta, piuttosto, è quella di inasprire le pene per chi ignora gli escrementi dei suoi animali e di aiutare chi, invece, non lo fa con l'implementazione del numero dei cestini disponibili.

«Condivido il richiamo - ha scritto per esempio Lina - ma non la scelta di chiudere eventualmente un il corso ai cani. Sono una delle poche persone che raccolgono le deiezioni, ma in molte strade non ho dove buttarle e continuo a camminare con il mio sacchettino in mano».

Il sindaco ascolterà le richieste?

 

L’affetto per i cani e per gli animali è un fatto molto bello. Ma non è possibile che, nonostante la mia ordinanza,...

Posted by Clemente Mastella Sindaco on Saturday, November 2, 2019